Giovedi, 19 Luglio, 2018

Morti in corsia, il medico agli psichiatri: "Io ero il migliore"

Morti in corsia, il medico agli psichiatri: Morti in corsia, il medico agli psichiatri: "Io ero il migliore"
Evandro Fare | 10 Gennaio, 2018, 23:37

Io mi ritengo, se non il migliore, uno dei migliori medici. "Si' il migliore per la vastita' della mie competenze". Leonardo Cazzaniga, medico in carcere per la vicende delle morti in corsia all'ospedale di Saronno così aveva risposto quando dopo l'arresto gli chiesero ragione dei cocktail di farmaci somministrati ai pazienti: "Ho maturato la convinzione che fosse inumano e anti-pietas comportarsi sul morente in modo accanente".

Ed oggi terza udienza preliminare in tre giorni che si concentrerà sulle perizie che devono stabilire la capacità di intendere e di volere dei due.

Laura Taroni è accusata, in concorso con Cazzaniga, degli omicidi del marito Massimo Guerra, della mamma Maria Rita Clerici e del suocero Luciano Guerra.

Nell'udienza che si è tenuta questa mattina al tribunale di Busto Arsizio, la criminologa Isabella Merzagora e lo psichiatra Franco Martelli hanno esposto la perizia psichiatrica che esclude l'infermità mentale per i due imputati. Tuttavia le sue facoltà intellettuali non ne sarebbero intaccate. Il difensore del medico, Ennio Buffoli, ha insistito sui tempi delle telefonate intercorse prima dell'arrivo di Cazzaniga e sullo stato della madre prima che arrivasse il compagno.

Altre Notizie