Sabato, 18 Agosto, 2018

Ntv: oggi sciopero di otto ore

Deragliamento pioltello segrate Ntv: oggi sciopero di otto ore
Quartilla Lauricella | 29 Gennaio, 2018, 13:45

La mobilitazione, di 8 ore (dalle 9 alle 17), riguarda il personale ferroviario mobile della Divisione Passeggeri Regionale Emilia Romagna per il 28 gennaio. Lo sciopero è stato indetto dalle sigle sindacali di settore Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uilt-Uil, Ugl Trasporti e Fast Mobilità.

Scioperano oggi, 29 gennaio, i lavoratori di Italo.

È in corso in queste ore uno sciopero dei dipendenti di Ntv (Nuovo Trasporto Viaggiatori), la società privata che gestisce i treni ad alta velocità Italo. Nel loro comunicato, che potete leggere qui per intero, hanno accusato l'azienda di Italo di "rifiutare il confronto sul rinnovo del contratto nel perimetro del nuovo contratto della Mobilità, pretendendo di definirne uno proprio". I confederali lamentano il mancato rinnovo del contratto aziendale, scaduto il 31 dicembre 2014, e il mancato riconoscimento del premio previsto dallo stesso contratto. E intanto Italo-Ntv ha già pubblicato sul suo sito la lista dei 23 treni garantiti nella fascia oraria dello sciopero e quella dei 24 treni a rischio: è possibile consultarla a questo indirizzo.

Ntv, relativamente alla dichiarazione di sciopero, "si dichiara ancora una volta allibita in quanto piu' volte si e' resa disponibile a discutere il rinnovo del contratto collettivo di lavoro scaduto a dicembre 2014, senza mai sottrarsi al confronto con le organizzazioni sindacali".

Italo-Nuovo Trasporto Viaggiatori, ha ribadito l'azienda a poche ore dalla manifestazione, "ha sempre riconosciuto, nella forma e nei contenuti dovuti, sia il Premio di Risultato sia ogni altro diritto spettante ai propri dipendenti". Da quanto emerso, sembra che i lavoratori di Nuovo Trasporto Viaggiatori sciopereranno per protestare contro il mancato rinnovo del contratto e il mancato riconoscimento del premio di risultato. "L'azienda, a dimostrazione dell'impegno serio e concreto preso quotidianamente nei confronti dei suoi lavoratori, ha infatti sempre riconosciuto il premio anche per quegli anni in cui versava in condizioni di difficoltà e lo riconoscerà a maggior ragione, secondo le regole condivise, anche per il 2017".

Altre Notizie