Sabato, 20 Gennaio, 2018

Pitti Uomo, le sciarpe dei tifosi del Museo della Moda

Pitti Uomo, le sciarpe dei tifosi del Museo della Moda Parte oggi la 93esima edizione di Pitti Uomo
Calogero Calderone | 10 Gennaio, 2018, 21:27

E come ogni anno, nello stesso periodo, alla stessa ora, si accendono i riflettori e le mille luci di Firenze per il tanto atteso Pitti uomo, il più grande ed importante evento dedicato alla moda maschile. "Un uomo sempre più divertente che può scegliere tra una quantità di opzioni diverse", dice Napoleone che sottolinea l'importanza dei tanti marchi esteri presenti.

Questa edizione presenta un focus speciale sul fenomeno dell'athleisure e un potenziamento delle sezioni che esprimono gli stili più contemporanei e di ricerca del menswear.

A questa edizione il salone si trasforma in un film festival, con gli stili delle sue diverse sezioni da interpretare come generi diversi, dai thriller ai film d'avventura, d'azione e sportivi alle spy-story, come hanno spiegato gli organizzatori della kermesse il mese scorso, a Milano, durante la conferenza stampa. Ai 200 anni che i Brooks Brothers, dopo aver vestito 45 presidenti Usa, festeggiano a Palazzo Vecchio.

Sempre alla Stazione Leopolda giovedì 11 gennaio i due designer giapponesi Jun Takahashi e TAKAHIROMIYASHITATThesolist per la prima volta daranno vita a due show consecutivi, espressione della loro amicizia e del rispetto reciproco per il loro lavoro.

I marchi presenti all'evento sono 1243, quasi la metà del totale (541) provengono dall'estero, mentre i visitatori attesi, fino alla data di chiusura del 12 Gennaio, sono nell'ordine dei 36.000, con oltre 24.000 compratori, dei quali quasi 10.000 dall'estero. In collaborazione con Fondazione Pitti Immagine Discovery, martedì 9 gennaio alla Stazione Leopolda nel pomeriggio, 12 finalisti provenienti da tutto il mondo presentano collezioni innovative per valorizzare le potenzialità della lana Merino australiana.

Altre Notizie