Domenica, 21 Ottobre, 2018

Pmi, dal 30 gennaio le domande per i voucher digitalizzazione

Industry 4.0 and industrial internet of things concept with vector illustration of a connected digital world Industry 4.0 and industrial internet of things concept with vector illustration of a connected digital world
Evandro Fare | 13 Gennaio, 2018, 02:19

E' previsto per il 30 gennaio 2018 l'invio delle domande a valere sulla misura 'Voucher per la digitalizzazione delle Pmi'. Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale l'avviso del Ministero dello sviluppo economico sulla recente adozione degli aiuti alle imprese per la digitalizzazione dei processi aziendali e l'ammodernamento tecnologico.

In arrivo finanziamenti per le piccole e medie imprese della provincia, sotto forma di voucher, per la digitalizzazione dell'attività ovvero per il sostegno ai processi di digitalizzazione aziendale e ammodernamento tecnologico. 5 del decreto 23 settembre 2014.

Gli acquisti devono essere effettuati successivamente alla prenotazione del voucher. Il contributo, a fondo perduto, raggiunge l'importo massimo di 10mila euro e copre fino al 50% delle spese ammissibili.

Il suddetto decreto ha disposto che dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018 è possibile inoltrare le domande, esclusivamente tramite la procedura informatica che sarà resa disponibile dal MiSE.

I FONDI. Nel caso in cui l'importo complessivo dei Voucher concedibili sia superiore all'ammontare delle risorse disponibili (100 milioni di euro), queste saranno ripartite in proporzione al fabbisogno derivante dalla concessione del Voucher da assegnare a ciascuna impresa beneficiaria.

"Per conseguire l'assegnazione definitiva e l'erogazione del Voucher, l'impresa iscritta nel provvedimento cumulativo di prenotazione dovrà quindi presentare, entro 30 giorni dalla data di ultimazione delle spese e sempre tramite l'apposita procedura informatica, la richiesta di erogazione, allegando, tra l'altro, i titoli di spesa".

L'accesso è consentito con il possesso della Carta nazionale dei servizi e della casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la sua registrazione nel Registro delle imprese. "Dopo aver effettuato le verifiche istruttorie previste, il Ministero determinerà, con proprio provvedimento, l'importo del Voucher da erogare in relazione ai titoli di spesa risultati ammissibili", conclude Madaro.

QUI si leggono tutte le Faq a cui risponde il ministero dello Sviluppo economico in merito alla richiesta di voucher.

Altre Notizie