Giovedi, 18 Gennaio, 2018

Potere al Popolo!, il partito si presenta ad Assisi con un'assemblea

Tutto pronto per l'assemblea zonale di Ladispoli e Cerveteri della lista Potere al Popolo Potere al popolo, assemblea ad Aosta
Moreno Priola | 13 Gennaio, 2018, 23:56

"Siamo persone e organizzazioni politiche, democratiche e antifasciste, comuniste, femministe e ambientaliste" si legge nella presentazione dell'evento. Ma l'obiettivo più complesso e più ambizioso sul piano politico è quello di mantenere alta l'attenzione sulla piattaforma di lotte che Potere al popolo ha aggregato, dai NO TAV al sindacalismo di base, ben oltre la data del 4 marzo, nel tentativo di riaggregare quei pezzi di società massacrati dalla crisi e mortificati dallo sfruttamento di corpi, intelligenze e territori a vantaggio di pochi. Potere al Popolo vuole rappresentare coloro che, non essendo una banca o una merce, non vengono protetti dalla legislazione nazionale o europea, coloro che hanno davanti a sé una prospettiva di vita fatta da lavoro precario e sottopagato, coloro che hanno perso o rischiano di perdere il lavoro, coloro che un lavoro stabile ce l'hanno, ma vedono i propri diritti insostenibilmente erosi ed il proprio stipendio insufficiente ad arrivare alla fine del mese.

"Potere al popolo! - spiegano i promotori - è il progetto politico, partito dall'iniziativa di un gruppo di militanti napoletani, che intende irrompere sulla scena politica, rivoltando i temi della prossima campagna elettorale".

Anche su questo aspetto, nell'assemblea territoriale flegrea si è ribadito che la questione di genere è cosa ben più complessa e profonda dell'aritmetica delle quote rosa, in quanto non rappresenta un'anomalia il numero delle donne candidate o elette se raffrontato al quadro generale della questione femminile in Italia, dove la struttura patriarcale della società si rinviene in qualsiasi ambito della vita associata e privata.

Il movimento, la cui candidatura dovrebbe essere ufficializzata a Roma, il prossimo 12 gennaio, si definisce come l'unica "lista nuova delle prossime elezioni" e rende noto di aver indicato un capo politico "solo perché previsto dall'attuale legge elettorale". Potere al Popolo non è solo una lista antiliberista, ma una lista anticapitalista. "La costruzione di Potere al popolo - prosegue - non prenderà corpo se non attraverso l'Assemblea territoriale, soggetto che dovrà organizzarsi, proporre e scegliere i candidati alle prossime elezioni politiche".

Altre Notizie