Giovedi, 18 Gennaio, 2018

Pronto soccorso di Lavagna: 430 accessi dal 30 dicembre al 1° gennaio

Attendere un istante stiamo caricando il video Attendere un istante stiamo caricando il video
Moreno Priola | 05 Gennaio, 2018, 13:54

Su di un totale di 1.114 utenti che hanno avuto accesso al Pronto soccorso, infine, 55 sono stati i pazienti contraddistinti da codice rosso e 202 quelli in codice giallo.

Ma più di ogni altra cosa sono emblematici i numeri: negli anni scorsi in questo periodo si erano ammalati circa sei pugliesi su mille, mentre quest'anno sono undici su mille.

Percentuale che sale al 30% per la Asl 2, che ha anche osservato un aumento dei pazienti anziani. Negli stessi tre giorni sono stati registrati anche 50 accessi al punto di primo intervento di Rapallo. "Il medico e il pediatra di famiglia - prosegue Cervellin - sono infatti i primi interlocutori a cui far riferimento, per evitare una corsa impropria al Pronto Soccorso e a garantire, nel contempo, l'efficacia delle cure".

Ma alla base del forte afflusso negli ospedali vi è soprattutto la mancanza di filtro adeguato da parte della medicina territoriale, la rete di assistenza non ospedaliera che finora le politiche sanitarie non hanno reso sufficientemente virtuosa.

Tutti i codici più gravi, rossi e gialli, sono stati affrontati nei tempi previsti dalla legge. Questi giungono da noi forse anche per carenza dell'attività ambulatoriale di pronta disponibilità.

Altre Notizie