Sabato, 22 Settembre, 2018

Renzi al Lingotto: "Sfida è tra noi e 5 Stelle"

Politiche i vertici del Pd regionale incontrano Renzi Renzi al Lingotto: "Sfida è tra noi e 5 Stelle"
Evandro Fare | 13 Gennaio, 2018, 14:25

Lo ha detto il segretario del Pd, Matteo Renzi, ospite a 'Radio Anch'io' su Radio1 Rai. "Se guardate i giornali gli editorialisti hanno già votato e i titolisti già deciso".

Torino, 13 gen. (askanews) - Per vincere le elezioni bisogna coltivare la "rete territoriale" degli amministratori del pd e "crederci", perché "consiglieri e assessori hanno una marcia in più, sono in prima linea e sono capaci di infondere fiducia" con il lavoro quotidiano e con "una stretta di mano". "Non ho niente contro di lui dal punto di vista personale, ma non su quello valoriale ed economico, perchè siamo diversi", mentre "sul nazionale con Liberi e Uguali di Grasso non c'è accordo, credo che in Lombardia e Lazio se c'è un'alleanza è un fatto positivo, ma non posso mettere bocca su un partito che notoriamente non mi ama". "Lo dico ai moderati che hanno paura dei 5 Stelle - ha aggiunto - l'alternativa non è il centrodestra, ma il Pd".

Gioco di squadra per portare uno del Pd a Palazzo Chigi Secondo l'ex presidente del Consiglio, quella che si gioca in vista delle elezioni del 4 marzo "è una partita di squadra. Sono stati loro il governo dello spread, noi siamo dovuti intervenire per far ripartire il Paese".

"Per mesi e mesi si è parlato del buon governo dei Cinque stelle" a Torino "ma per prima cosa hanno tagliato sulla cultura". Noi siamo gli amministratori che non falsificano i bilanci, non mettono cinque milioni in più a penna. "Se con me si fossero dimessi i revisori dei conti, ci avrebbero portato via". Oggi il problema, ha detto Obama, è che i cittadini non si fidano più o si fidano più degli amici di Facebook che dei soggetti istituzionali.

Altre Notizie