Sabato, 20 Gennaio, 2018

Si rasa i capelli per donarli ai bimbi malati: 14enne punita e sospesa dalla scuola

Si rasa ai capelli e li dona ai bambini malati di cancro, 14enne punita dalla scuola Si rasa i capelli per donarli a bambini malati di cancro, la scuola la punisce
Evandro Fare | 10 Gennaio, 2018, 18:56

Si è rasata i capelli per donarli alla Little Princess Trust, organizzazione che produce parrucche per bambini che hanno perso i capelli a causa del cancro. Quando è tornata in classe alla Mounts Bay Academy di Penzance, con il nuovo look, infatti, la preside l'ha redarguita per il taglio di capelli non consono e ha deciso di sospenderla dalle lezioni per aver infranto le regole.

Anneka Baldwin, sua madre, ha subito postato la sua indignazione sui social, dichiarandosi orgogliosa di sua figlia: "Penso che questa sia la cosa più coraggiosa e straordinaria da fare e mi rende così orgogliosa, ecco perché sono così sconvolta che la scuola l'abbia fatta sentire così umiliata e l'abbia messa in isolamento perché i suoi capelli devono essere 1 cm più lunghi per essere idonea a partecipare alle lezioni e avere il permesso di vedere i suoi coetanei nel parco giochi", ha scritto.

Niamh è una ragazza con ottimi voti, suona la chitarra e canta, oltre a essere una persona estremamente generosa, nonostante la sua giovane età.

Peccato però che il denaro non sia nemmeno lontanamente paragonabile alla grande generosità dimostrata da una ragazzina disposta a dar via una parte di sè per il prossimo, procedendo a donare qualcosa che per molte donne è simbolo stesso della femminilità.

Con queste parole Niamh Baldwin, una ragazzina di 14 anni della Cornovaglia, in Gran Bretagna, ha consiviso su Facebook una foto che la ritrae in bianco e nero con i capelli rasati. "Siamo molto rattristati nell'apprendere la situazione di Niamh". La preside della scuola, Sara Davey, intervistata dal Daily Mail, ha spiegato senza mezzi termini che la studentessa avrebbe dovuto chiedere alla scuola prima di rasarsi a zero e che comunque avrebbe potuto trovare un altro modo per fare beneficienza, magari sottoscrivendo una raccolta fondi.

A ringraziare la 14enne ci ha pensato la Little Princess Trust: "Siamo molto grati a Niamh e ai nostri sostenitori che donano capelli e raccolgono fondi: sappiamo che ricevere una parrucca di capelli veri e gratuita ha un effetto molto positivo sui bambini malati".

La politica scolastica prevede infatti una lunghezza minima per i capelli, e chi ce li ha più corti va in isolamento finché non ricrescono al punto giusto.

Altre Notizie