Sabato, 17 Novembre, 2018

Sicilia, Musumeci presenta le sue riforme Dall'emergenza rifiuti alle "nuove" Province

Sostegno di Scelta Civica a Nello Musumeci. Berlusconi Sarà grande vittoria Nello Musumeci
Evandro Fare | 10 Gennaio, 2018, 21:26

"Moriamo di sete mentre davanti a noi scorre un copioso fiume di acqua potabile - ha detto Musumeci quando ha affrontato il tema Europa - è necessario rimodulare i fondi europei subito". Così, il Governatore siciliano Nello Musumeci durante le dichiarazioni programmatiche in aula all'Ars.

"Collaborazione leale con lo Stato, senza sciocco rivendicazionismo e senza irresponsabile atteggiamento remissivo".

Musumeci ha parlato "rapporto tra imprese, politica e burocrazia è stato sempre più difficile e controverso" nell'ultimo decennio.

"Alle Province bisogna attribuire maggiori competenze, altro che smantellarle". Per Musumeci è necessaria l'elezione diretta degli organismi degli attuali Liberi consorzi e delle tre città metropolitane (Palermo, Messina e Catania). In attesa dell'esito del ricorso presentato dal governo della Regione contro l'impugnativa da parte del Cdm della legge regionale sulle ex Province, Musumeci ha invitato l'Assemblea a modificare la legge sugli enti intermedi.

"Il prerequisito essenziale è una decisa azione di contrasto alla mafia comunque si manifesti - ha esordito il governatore - prima di cittare il messaggio di Piersanti Mattarella, commemorato qualche giorno fa: "Il suo messaggio è tuttora di grande attualità: i mafiosi prima di cercare morti cercano alleati".

"La lotta all'abusivismo non è uno slogan da campagna elettorale, ma non esiste l'abusivismo di necessità: esiste l'abusivismo".

DISCARICHE. "In Sicilia le discariche pubbliche e private sono al collasso, hanno 7-8 mesi di autonomia. Il ministero dell'Ambiente ci ha detto di portare questi rifiuti all'estero ma abbiamo problemi logistici".

Palermo, 9 gen. (AdnKronos) - "Questa coalizione è ben consapevoli dei propri limitati numeri d'aula a causa di una legge elettorale che, a nostro avviso, va cambiata e anche presto per le copiose distorsioni che avrebbe dovuto prevedere un pur minimo premio di maggioranza e quindi di governabilità, ve lo dico con chiarezza". "Il governo non cerca supporti numerici clandestini - aggiunge - Noi confidiamo di trovare nelle opposizioni convergenze programmatiche, alla luce del sole, apertamente, sui singoli punti, sulle singole questioni che saranno poste all'attenzione del Parlamento nel corso dei prossimi cinque anni".

Altre Notizie