Mercoledì, 23 Mag, 2018

Università, a Firenze nove dipartimenti d'eccellenza: 70 milioni dal ministero

Università, a Firenze nove dipartimenti d'eccellenza: 70 milioni dal ministero Università, a Firenze nove dipartimenti d'eccellenza: 70 milioni dal ministero
Evandro Fare | 10 Gennaio, 2018, 15:36

Sono nove i dipartimenti dell'Ateneo fiorentino selezionati dall'ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione dell'Università e della Ricerca) per l'assegnazione del Fondo del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca destinato a 180 strutture di ricerca di eccellenza. L'ANVUR ha premiato 9 dei 14 dipartimenti dell'Ateneo ammessi alla selezione, un risultato che dà ulteriore consapevolezza della qualità della ricerca svolta nelle nostre strutture. "I finanziamenti - continua il rettore - saranno impiegati per rafforzare e valorizzare l'eccellenza, con investimenti in capitale umano, infrastrutture di ricerca e attività didattiche di alta qualificazione".

Sono quattro invece i dipartimenti di eccellenza dell'Università di Siena entrati nella lista dei migliori: biotecnologie chimica e farmacia, biotecnologie mediche, filologia e critica delle letterature antiche e moderne e scienze sociali, politiche e cognitive.

Con questo provvedimento arriverà un finanziamento straordinario di oltre 30 milioni di euro "che servirà per potenziare la ricerca - afferma il Rettore - assumere giovani ricercatori e giovani professori oltra al personale tecnico amministrativo". "Questo eccezionale risultato contribuisce a consolidare la reputazione dell'Università di Siena a livello nazionale e internazionale e offre una concreta opportunità di sviluppo delle attività di ricerca e di ampliamento delle risorse umane dei dipartimenti stessi, con evidenti ricadute positive anche sulla didattica". Ma ancora Scienze biomediche sperimentali e cliniche Mario Serio, Scienze della Terra, Scienze giuridiche e infine Statistica, informatica e applicazioni. "Questi risultati - commentano Vincenzo Barone e Pierdomenico Perata, rispettivamente direttore della Normale e rettore del Sant'Anna (scuole in federazione con lo IUSS di Pavia) - sono l'ennesima conferma dell'elevata competitività del nostro modello".

Altre Notizie