Lunedi, 10 Dicembre, 2018

Infermieri e tecnici, c'e' il contratto: +85 euro in busta

Stefano Bonaccini – presidente Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini – presidente Conferenza delle Regioni
Evandro Fare | 23 Febbraio, 2018, 21:29

Anche in questo caso, l'aumento contrattuale medio concordato è di 85 euro, un risultato che fa esprimere soddisfazione ai segretari generali delle categorie FP Cgil Cisl Fp Uil Fpl reggiane del pubblico impiego Maurizio Frigeri, Davide Battini e Mauro Chiarini. La prima scrive su Twitter "Firmato il rinnovo del contratto del Comparto #sanità. Adesso andiamo avanti anche per i medici".

Soddisfatti, ovviamente anche i sindacati, mentre fuori dall'Aran, l'Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Aamministrazioni, un gruppo di lavoratori del settore, oggi in sciopero, aderente al sindaco di base Usb, lancia monetine alla sede, 'contro il contratto dell'elemosina'. "Grazie a tutti coloro che ogni giorno si occupano della nostra salute". Arriveranno inoltre gli arretrati 2016 e 2017 e ripartirà la contrattazione per il trattamento accessorio. La Madia, invece, con la firma del contratto sanità vede concludersi: "Un percorso a cui stiamo lavorando da quattro anni: il rinnovo del contratto, fermo da quasi 10 anni, di oltre 3 milioni di dipendenti pubblici. Dal contratto viene escluso il Jobs Act, a partire dal mantenimento dell'articolo 18, e viene eliminata la legge Brunetta".

Altre Notizie