Giovedi, 18 Ottobre, 2018

Coldiretti. +40% giovani agricoltori: arriva premio start up

Coldiretti. +40% giovani agricoltori: arriva premio start up Coldiretti. +40% giovani agricoltori: arriva premio start up
Quartilla Lauricella | 24 Marzo, 2018, 08:49

E' lunga la lista - precisa Coldiretti Puglia - di imprese agricole che hanno anticipato investimenti per l'acquisto di macchinari, strumenti, realizzazione di serre, prefabbricati, impianti irrigui e che a distanza di 2 anni non hanno potuto neppure perfezionare le pratiche di finanziamento e chissà quando potranno avere le risorse utili all'innovazione e allo sviluppo.

"Dopo l'entrata in vigore provvisoria del trattato di libero scambio (CETA) il 21 settembre 2017 - scrive in una nota la Coldiretti, presentando la propria analisi dei dati Istat - nell'ultimo trimestre 2017, le esportazioni in valore sono risultate in crescita dell'8,5%, ben al di sotto del 12,5% fatto registrare nello stesso periodo nell'anno precedente l'entrata in vigore del trattato".

I giovani che vedono il proprio futuro nel settore agricolo crescono, in tutta la Toscana.

Il risultato è che, secondo una indagine della Coldiretti, le aziende agricole dei giovani possiedono una superficie superiore di oltre il 54 per cento rispetto alla media, un fatturato più elevato del 75 per cento e il 50 per cento di occupati per azienda in più.

Campagna Amica "valorizza i prodotti italiani su scala mondiale rispondendo alle esigenze dei consumatori in termini di sicurezza alimentare, qualità e tutela ambientale". "Fare Rete" prende in esame quei modelli di imprese, cooperative, consorzi agrari, società agricole e start up, capaci di creare reti sinergiche in grado di massimizzare i vantaggi delle aziende agroalimentari e del consumatore finale. La prima, "Impresa3.Terra", premierà i progetti di quelle giovani aziende agroalimentari che hanno creato una cultura d'impresa esemplare, riuscendo a incanalare creatività, originalità e grande abilità progettuale per lo sviluppo e la crescita dell'agricoltura italiana coniugando tradizione e innovazione. "Oscar Green" vuole premiare i progetti promossi nell'ambito di partenariati variegati, che coniugano agricoltura e tecnologica, artigianato e mondo digitale. Saranno premiate le idee delle imprese che lavorano e producono in modo ecosostenibile, riducendo al minimo la produzione di rifiuti, risparmiando energia e materiali attraverso processi che tutelano l'ambiente.

"I giovani agricoltori che hanno rappresentato innovazione e coraggio con progetti straordinari - commenta il Direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti - sono in controtendenza positiva rispetto ai dati che, purtroppo, parlano di più di un trentenne su tre (35 per cento) nel 2018 vive con la paghetta dei genitori o dei nonni e altri parenti che sono costretti ad aiutare i giovani fino ad età avanzata". Possono partecipare Enti Pubblici, Cooperative e Consorzi capaci di creare sinergia con realtà agricole a fini sociali. "La svendita dei marchi storici del Made in Italy agroalimentare -conclude Coldiretti- non è solo un danno ne Paese nord-americano, ma si è dimostrata un pericoloso cavallo di Troia soprattutto nei negoziati con altri Paesi, dal Giappone ai Mercorsur che sono stati autorizzati cosi a chiedere le stesse concessioni".

Creatività, infine, "centra l\'attenzione sull'originalità di idea, di prodotto e di metodo".

Altre Notizie