Lunedi, 18 Giugno, 2018

Draghi: reazione mercati a voto Italia come altre elezioni Ue, euro irreversibile

Draghi: reazione mercati a voto Italia come altre elezioni Ue, euro irreversibile Draghi: reazione mercati a voto Italia come altre elezioni Ue, euro irreversibile
Quartilla Lauricella | 08 Marzo, 2018, 18:47

Il copione è stato "più o meno" lo stesso seguito anche in altri Paesi.

Buone notizie dalla Bce: la Banca Centrale Europea ha confermato la rimozione dell'opzione di procedere ad aumenti dell'ammontare del programma di acquisti di titoli, il quantitative easing attualmente previsto durare al ritmo di 30 miliardi di euro al mese fino al settembre del 2018.

Il cambio *euro/dollaro *ha avuto da subito una reazione vivace, che si è però dimostrata effimera nel giro del breve lasso di tempo occupato dalla conferenza stampa di Mario Draghi. Tuttavia, per quanto riguarda l'Italia, "un'instabilità protratta nel tempo potrebbe minacciare la fiducia".

E' stato invece confermata l'*opzione di un prolungamento del piano oltre settembre *in caso di segnali dai dati macroeconomici che allontanino dal percorso verso l'obiettivo di un'inflazione inferiore, ma prossima al 2 per cento. Del caso specifico "Non ne abbiamo discusso oggi", ha comunque precisato Draghi.

Sul quantitative easing Draghi ha sottolineato che "un notevole stimolo monetario è ancora necessario per sostenere l'inflazione nel medio termine".

"Le decisioni unilaterali sono pericolose". Le ricadute immediate dei dazi che Trump intende varare "non saranno forti inizialmente, ma quello che colpisce è che certe questioni dovrebbero essere risolte in un contesto multilaterale". "Davvero non voglio commentare" l'esito delle elezioni, ha detto il presidente della Bce, aggiungendo: "Posso solo dire che l'euro è irreversibile e il rafforzamento dell'Unione monetaria ed economica resta una priorità" e infine ha sottolineato che la "Bce sollecita l'adozione di misure specifiche e decisive per completare l'Unione Bancaria e quella dei mercati capitali". Stessa risposta circa l'eventualità che dopo le elezioni l'Italia faccia marcia indietro sulla riforma delle pensioni e sul Jobs Act. Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi.

Altre Notizie