Lunedi, 18 Giugno, 2018

Il Fondo Elliott si prende il 6% di Telecom Italia

Il Fondo Elliott si prende il 6% di Telecom Italia Il Fondo Elliott si prende il 6% di Telecom Italia
Quartilla Lauricella | 08 Marzo, 2018, 16:44

Il fondo Elliott guasta la festa di Bollorè in Telecom Italia.

"Negli ultimi mesi" gli uomini di Elliott hanno "speso tempo e risorse significative analizzando l'azienda e le sue alternative di strategia", spiega il portavoce dell'hedge fund.

"Sebbene Elliott - prosegue il portavoce - potrà ulteriormente aumentare la propria partecipazione in Telecom Italia, non sta cercando e non cercherà di raggiungere il controllo di Telecom Italia". Le azioni dell'ex monopolista a gestione Vivendi hanno perso quasi un terzo del proprio valore negli ultimi due anni, riducendo la capitalizzazione di Borsa del gruppo a 14,9 miliardi di euro.

Intanto a mantenere alta l'attenzione su Telecom Italia contribuisce il duplice appuntamento in agenda oggi, visto che il Cda, già in riunione da questa mattina, sarà chiamato ad esaminare e approvare i risultati del 2017 e al contempo discutere del nuovo piano industriale 2018-2020, per il quale c'è grande attesa da parte del mercato. Gli analisti di Equita Sim, che ha su Telecom una valutazione "buy" e un obiettivo di prezzo di 1,06 euro, hanno sottolineato che "Il board e' stato rinnovato nel 2017 e quindi non e' in rinnovo nel 2018". In mattinata, le azioni Telecom balzano di oltre il 5% con un massimo toccato a 0,775 euro. Vivendi è impegnata nel braccio di ferro con la famiglia Berlusconi in Mediaset, un braccio di ferro sfociato in una causa civile aperta da Fininvest e Mediaset contro il gruppo francese con richiesta di risarcimento danni "non inferiore a 1,5 miliardi di euro" per quanto riguarda Mediaset e "non inferiore ai 570 milioni di euro" sul fronte Fininvest, azionista che controlla il Biscione.

L'ingresso di Ellliot, una spina nel fianco per Bollorè, potrebbe riequilibrare le forze. Lo confermano fonti finanziarie contattate da Repubblica.

Finanziamento su cui Elliott Management guadagna il 10% di interessi all'anno e che dovrà essere rimborsato entro fine anno, altrimenti la società rossonera finirebbe direttamente sotto il controllo di Paul Singer, che tra i tanti interessi non annovera certamente il calcio, a differenza dell'ex premier italiano.

Elliott Management è peraltro il fondo che ha finanziato gli acquirenti cinesi del Milan, investendo 303 milioni di euro per consentire la chiusura della cessione del club.

Altre Notizie