Lunedi, 18 Giugno, 2018

Padoan: "L'Italia post elezioni è un elemento di incertezza per l'Ue"

Padoan: Padoan: "L'Italia post elezioni è un elemento di incertezza per l'Ue"
Quartilla Lauricella | 13 Marzo, 2018, 20:55

Padoan ha anche detto: "Tutti mi hanno chiesto cosa succederà in Italia e gli ho detto 'non lo so'". A ricordarlo è stato il ministro dell'economia Pier Carlo Padoan al termine dell'Ecofin, la riunione dei responsabili delle Finanze dell'Unione. "Lo stesso commissario Moscovici - ha aggiunto Padoan - nell'introdurre la discussione sullo stato dell'economia ha parlato dell'Italia come un elemento di incertezza, cosa abbastanza ovvia da fare". "Gli ho presentato tutte le opzioni". Un documento, ribadisce il titolare del Tesoro, "tendenziale", che "non ha nessun contenuto di policy".

Padoan ha "incontrato Dombrovskis, Moscovici e Centeno per informarli che, finché non ci sarà un nuovo governo, la Commissione deve attendere l'invio del documento programmatico che è compito nuovo governo redigere".

Questo viene poi presentato al Parlamento "che non deve approvare o disapprovare, ma voterà una o più risoluzioni e immagino che ogni politico voglia approfittare per dire quali sono le priorità di politica economica di ognuno". "La Commissione si è dimostrata aperta e paziente ad attendere". Il ministro dell'Economia si è poi lasciato andare ad alcune considerazioni politiche sull'Italia post-voto: "Penso che il Pd debba prendere atto dei risultati, cosa che mi pare abbia fatto, e collocarsi all'opposizione".

"Dialogo sempre costruttivo con Valdis Dombrovskis, ho ribadito che se non ci sara' ancora un nuovo governo il 30 aprile presenteremo soltanto il quadro di finanza pubblica aggiornato secondo le ultime previsioni macroeconomiche".

Altre Notizie