Lunedi, 15 Ottobre, 2018

Salvini rivendica: "Centrodestra unito", ma FI frena

Salvini rivendica: Salvini rivendica: "Centrodestra unito", ma FI frena
Calogero Calderone | 18 Marzo, 2018, 16:31

Sarebbe bello che una parte del nostro programma, qualunque governo ci sia, avesse un ministero che si occupa di un serio sostegno alla disabilità. "Come leader del centrodestra parlo e mi muovo a nome di tutti gli alleati. Se fanno il patto tra loro, salta tutto". Con queste parole Matteo Salvini, atteso a Milano per l'incontro con gli eletti della Lega in Parlamento, ha smentito i retroscena che lo dipingono come intenzionato a provocare uno stallo che riporti immediatamente gli italiani a votare: "Non vogliamo tornare al voto a ottobre, ma in ogni caso non abbiamo paura, perché la Lega non può che crescere". Chiunque sia d'accordo sulle cose da fare. "Aspettiamo la convocazione di Mattarella", continua la nota di Salvini.

Il metodo di Salvini parte dal centrodestra, ma si apre anche ad idee diverse. Non si aderisce in toto al verbo sovranista ma se ne condivide/utilizza una quota parte, quella che rimanda all'orgoglio nazionale. Oggetto del contendere, in particolare, la presidenza del Senato, visto che il Movimento 5 Stelle rivendica quella della Camera. Ci vediamo in Aula a scrutinio segreto e ci divertiamo. Ma la politica non si fa mai con il risentimento. È come se si volesse la botte piena e la moglie ubriaca, si vive pienamente dentro un'economia aperta e se ne usano con abilità gli spazi di crescita ma non si condivide in toto la globalizzazione e si abbraccia una visione securitaria per contenere l'impatto dell'immigrazione.

Tecnicamente gli esperti chiamano bandwagon quello che la vulgata comune definisce il 'salire sul carro dei vincitori': e anche questa volta, nel primo #sondaggio effettuato a circa dieci giorni dalle elezioni politiche [VIDEO], questo effetto viene confermato. Anche perché la proposta di Romani, confidano fonti parlamentari, potrebbe raccogliere un vasto consenso anche nel Partito democratico. "Non è questo il momento per fare nomi sui candidati per le Camere". "Non abbiamo nulla da nascondere, e nulla che non possa essere detto".

Altre Notizie