Lunedi, 10 Dicembre, 2018

Vaccini obbligatori, Iss: coperture oltre 95%, soglie raggiunte

La preparazione del vaccino La preparazione del vaccino +CLICCA PER INGRANDIRE
Evandro Fare | 12 Marzo, 2018, 17:56

Secondo i primi dati raccolti dall'Istituto Superiore di Sanità, per l'esavalente è stata superata la soglia del 95% di bimbi vaccinati, oltre la quale si considera che l'immunità di gregge è stata raggiunta. Ma "quella che emerge dai dati preliminari e parziali arrivati da alcune regioni è una situazione positiva: vediamo una tendenza all'aumento che ci porta a dire che è stato raggiunto l'obiettivo del 95% per l'esavalente, e un notevole aumento delle coperture per il morbillo, intorno al 93%". I numeri dimostrano che "le vaccinazioni sono aumentate e questo era l'obiettivo del decreto, non punire i genitori inadempienti".

A Milano, invece, sono quattro i bambini fino a sei anni che non sono potuti entrare negli asili nido e nelle scuole materne comunali perché non in regola con la documentazione sulle vaccinazioni.

Per quanto riguarda le sanzioni, Rezza ha aggiunto che "sono uguali in tutte le Regioni", mentre "le procedure applicative per le verifiche delle documentazioni possono variare, anche se non c'è stata una proroga delle scadenze dei termini a livello ministeriale". Alcuni genitori si sono giustificati dicendo di non aver avuto tempo. "Si tratta di quattro differenti casi - spiega la dirigente Elvira Tonti - due in via di risoluzione perché provocati da una semplice dimenticanza che sarà risolta già da domani". Si rischia una caccia all'untore verso i bambini non vaccinati che è inaccettabile.

Un caso analogo si è verificato a Sulmona, in provincia dell'Aquila, dove 4 bimbi non sono risultati in regola con i vaccini e la dirigente scolastica li ha rimandati a casa ordinando alle famiglie di mettersi in regola con le disposizioni di legge. Insomma, nonostante le molte polemiche, "sembra che stiamo recuperando dal punto di vista delle coperture", conclude.

Altre Notizie