Domenica, 19 Agosto, 2018

Virgil Abloh è il nuovo direttore creativo di Louis Vuitton Uomo

Louis Vuitton Virgil Abloh è il nuovo direttore artistico del menswear Virgil Abloh è il nuovo direttore creativo di Louis Vuitton Uomo
Evandro Fare | 27 Marzo, 2018, 10:06

Virgil Abloh sarà troppo impegnato per seguire tutte le sue mille occupazioni artistiche perché è appena stato nominato direttore creativo della linea uomo Louis Vuitton, il più grande marchio appartenente al gruppo del lusso LVMH. La sua prima sfilata per Louis Vuitton si terrà a giugno in occasione della settimana della moda uomo a Parigi.

Scostumista-Virgil Abloh direttore crativo di Louis Vuitton menswear- Virgil Abloh, fondatore di Off-White, brand di lusso ispirato allo street-wear, metterà da parte la sua attività parallela di DJ.

"La sensibilità di Virigl per il lusso e il savoir-faire sarà la chiave per portare il menswear di Louis Vuitton verso il futuro", ha dichiarato Michael Burke, presidente e CEO di Louis Vuitton. "Trovo che la storia e l'integrità creativa della Maison siano le fonti d'ispirazione chiave a cui guardare per creare parallelismi con i tempi moderni", ha raccontato entusiasta il designer. L'incarico di Mr. Abloh è anche un riflesso della crescente commistione consumistica dei settori del lusso e dello street wear, che ha contribuito a incrementare le vendite di marchi storicamente legati all'alta moda. Il predecessore di Abloh, Kim Jones, che da gennaio è approdato alla direzione artistica di Dior Homme, ha sperimentato lo sportswear e ha collegato Louis Vuitton al marchio di abbigliamento cult Supreme.

Abloh è nato nel 1980 da genitori ghanesi e cresciuto a Chicago. Nella sua carriera, breve ma piena di riconoscimenti, ha ricevuto anche il British Fashion Awards Urban luxe award e l'International Designer of the Year al GQ Men of the Year Awards nel 2017. Il suo successo sta nella capacità di costruire uno stile che parla ai giovani alla moda e nello stabilire cosa è di tendenza, giocando con le allusioni al mondo del pop, delle celebrità, di internet, e facendosi strada con collaborazioni azzeccate: Jimmy Choo, Levi's, Moncler, una linea di tappeti disegnata per IKEA, e i Ten Icons con Nike, dieci storici modelli di scarpe che ha riproposto, dalle Air Jordan 1 alle Air Max 90.

Raggiunto al telefono dal New York Times subito dopo l'annuncio, Abloh ha dichiarato che si concentrerà sul ripensamento del modo in cui Louis Vuitton ha comunicato con i suoi consumatori, tra cui il rilascio di prodotti, la sfilata e il modo in cui ha interagito con l'umore politico globale. Operativi anche 13 negozi freestanding, dedicati esclusivamente alla collezione maschile, con sei aperture nuove in programma quest'anno.

Altre Notizie