Mercoledì, 20 Giugno, 2018

Alitalia, in cassa a fine aprile 769 milioni di euro

Quartilla Lauricella | 18 Mag, 2018, 00:51

EasyRimborso ha iniziato la raccolta di richieste dai passeggeri che hanno subito un disagio con Alitalia e che non hanno ottenuto il rimborso per volo in ritardo, volo cancellato, imbarco negato o se hanno avuto problemi con il bagaglio. Tradotto, stop alla vendita e pronto intervento dello Stato. Del tipo, gli italiani come prenderanno l'ennesimo salvataggio per mano pubblica (dopo quello, poi rivelatosi disastroso, del 2008) di una compagnia che, per ammissione degli stessi commissari non sta in piedi da sola? I numeri sono tutti contro il vettore tricolore che continua inesorabilmente a spendere più soldi di quello che incassa. Il risultato operativo, escluse le poste non ricorrenti, è negativo per 167 milioni rispetto a -279 milioni dello stesso trimestre del 2017 mentre l'Ebitda è negativo per 117 milioni, rispetto ai -228 milioni del primo trimestre 2017.

Alitalia ha chiuso il primo trimestre di quest'anno con perdite operative dimezzate. È chiaro tuttavia che la compagnia ha poche speranze di sopravvivere da sola. La cassa finale di cui dispone ad aprile 2018 è di 759 milioni rispetto agli 83 milioni di maggio 2017. Così il commissario di Alitalia, Gubitosi, alla Commissione speciale del Senato.

"Il carburante si consuma, noi proviamo a consumarne poco, ma si consuma".

Altre Notizie