Venerdì, 17 Agosto, 2018

Brescia: muore nel sonno a 14 anni, disposta l'autopsia

Brescia muore nel sonno a 14 anni la mamma infermiera ha cercato disperatamente di rianimarla L'ospedale di Brescia
Evandro Fare | 17 Mag, 2018, 16:28

Una tragedia terribile, che mai nessuno vorrebbe raccontare: la piccola Sara Gatti di Rodengo Saiano è morta a soli 14 anni per un malore improvviso.

Mercoledì mattina, come ogni giorno, la mamma di Sara Gatti, 14 anni, è andata nella cameretta della figlia per svegliarla, visto che doveva andare a scuola. La quattordicenne è morta agli Spedali Civili di Brescia dopo un tentativo disperato di rianimarla. Frequentava l'ultimo anno della Scuola Media Benedetto da Norcia del paese. Non si esclude si sia trattato di un improvviso arresto cardiaco, patologia rara ma che colpisce in Italia un ragazzo su cento, anche quelli che stanno bene. Da quell'istante il tentativo disperato di salvare la ragazza già in condizioni critiche. La donna, infermiera professionale nel reparto di rianimazione dell'ospedale Civile, ha tentato di rianimarla in attesa dei soccorsi, e altrettanto hanno fatto senza risultato in ospedale dove è arrivata trasportata dall'eliambulanza.

La ragazzina è stata subito trasferita in ospedale d'urgenza in elicottero. Le prime ipotesi, che dovranno essere suffragate dall'autopsia, parlano di morte cardiaca improvvisa come possibile causa del decesso. Sembrerebbe che la scuola, vicina in questo momento di dolore, stia decidendo di sospendere lo "Sport Day" in programma per sabato 19 maggio, competizione sportiva organizzata dall'istituto che avrebbe dovuto vedere a confronto le classi su più sport.

Altre Notizie