Domenica, 22 Luglio, 2018

De Luca contro de Magistris: "Se non hai un euro vavattenn"

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e il sindaco di Napoli Luigi de Magistris Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e il sindaco di Napoli Luigi de Magistris
Evandro Fare | 16 Mag, 2018, 02:35

Intervenuto nel corso di un'iniziativa del Partito Democratico nella zona napoletana dei Camaldoli, De Luca ha infatti attaccato, pur senza nominarlo, il primo cittadino partenopeo.

"Gli amministratori di Napoli dicono che non hanno un euro e che sono pieni di debiti". "Altre regioni italiane, viene fatto rilevare dalla segreteria della Cgil campana, hanno rotto le convenzioni con le strutture private che non hanno tenuto conto di quanto previsto dai CCNL. C'e' un problema: noi avevamo un disavanzo di 2,3 miliardi, in tre anni abbiamo risanato la Regione e oggi salviamo la citta' di Napoli". "Via Marina? Sembra Calcutta, o il Bangladesh". Se il popolo vuole che mi candidi alla Regione è perché è lui in calo di consensi. "Ma vi possano ammazzare, come vi permettete, per chiudere i cantieri bisogna lavorare, avere un direttore dei lavori che va a controllare e sta li'". Gli investimenti sono stati fatti per "il centro storico di Napoli, gli impianti sportivi per le Universiadi, il porto di Napoli, un miliardo e 300 milioni per le infrastrutture con il completamento della Linea 1 e Linea 6 della metropolitana". Ma dovrebbero andare a piedi a Pompei, perche' senza la Regione sprofondate.

"Il presupposto di tutto - ha spiegato il governatore - è una alleanza contro i violenti che siano camorristi, baby gang, che siano gli imbecilli che aggrediscono gli autisti Eav e le ambulanze, che siano i finti centri sociali che fanno occupazione abusiva e violenze continue".

Altre Notizie