Giovedi, 18 Ottobre, 2018

Fermo di Amal Fathy: Paola Regeni inizia sciopero della fame

Dopo quasi nove mesi la situazione dei diritti umani in Egitto è catastrofica Regeni, “Digiunerò per Amal fin quando non sarà liberata”: la mamma di Giulio per l'attivista arrestata in Egitto
Evandro Fare | 14 Mag, 2018, 09:25

Questo è il comunicato congiunto firmato da Paola Deffendi, madre di Giulio Regeni, e Alessandra Ballerini, avvocata della famiglia del giovane ricercatore il cui cadavere fu trovato alla periferia del Cairo il 3 febbraio 2016.

Le autorità del Cairo hanno tratto in arresto Amal Fathy, moglie di Mohamed Lotfy, direttore esecutivo di una ong, la Commissione egizia per i diritti e le libertà, che assiste la famiglia Regeni. Secondo le frammentarie notizie provenienti dall'Egitto, la donna sarebbe stata fermata dalla Sicurezza egiziana probabilmente per uno sfogo postato su Facebook.

"Nessuno deve più pagare per la nostra legittima richiesta di verità sulla scomparsa, le torture e l'uccisione di Giulio" scrivono le due donne. "Hanno arrestato l'avvocato e presidente di Ercf con la moglie e il figlio piccolo". Padre e figlio sono stati rilasciati per via della doppia cittadinanza, la moglie, Amal Fathy, è accusata di terrorismo internazionale. "Siamo vicini alla verità e questa potrebbe essere una prova sospetta". "Noi siamo la loro speranza", ha affermato. "Sappiamo cosa può succedere a una donna".

Altre Notizie