Giovedi, 24 Mag, 2018

Lupo ucciso e appeso alla fermata: due denunciati

Orrore: lupo impiccato alla fermata del bus, denunciate due persone Lupo appeso a testa in giù a una pensilina dell'autobus nel Riminese: denunciati un 82enne e un 43enne. L'animale
Evandro Fare | 15 Mag, 2018, 14:34

Lupo appeso a testa in giù a una pensilina dell'autobus nel Riminese: denunciati un 82enne e un 43enne. La perquisizione, poi, ha fatto il resto: sul furgone sono stati ritrovati peli e tracce ematiche della carcassa, mentre all'interno dell'azienda sono stati accertati anche altri reati, dalla macellazione clandestina al maltrattamento di animali, fino all'abbandono di rifiuti e alla detenzione illecita di animali pericolosi. Fondamentali sono stati i filmati delle telecamere a circuito chiuso i cui occhi elettronici hanno permesso di risalire a un Volkswagen Trasponder che, verso le 4, si trovava nella zona del ritrovamento.

L'analisi dei tabulati telefonici ha permesso agli inquirenti di scoprire che in quelle ore un dipendente dell'azienda (il 43enne) aveva cercato di mettersi in contatto con il padre del titolare (l'82enne). I Carabinieri con i colleghi Forestali hanno smascherato gli autori della brutale soppressione. Il mezzo è risultato essere intestato a un'azienda agricola di Coriano e, la lente d'ingrandimento dei carabinieri Forestali, si è concentrata sul titolare e i suoi collaboratori. Secondo gli inquirenti dell'Arma, il movente sarebbe da ricercare negli assalti subìti alle greggi dei proprietari dell'azienda agricola che si sarebbero voluti fare giustizia da soli.

Dall'autopsia era successivamente emerso che il lupo aveva il cranio completamente fracassato ed era stato trafitto da un forcone sul petto e sulla pancia. Le associazioni animaliste di Rimini hanno già annunciato la loro costituzione in parte civile al processo.

Altre Notizie