Mercoledì, 14 Novembre, 2018

Milan, Romagnoli: "Gattuso importante. Europa League? Puntavamo ad altro"

Milan Romagnoli ''Potevamo fare di più ora difendere il sesto posto'' Alessio Romagnoli
Iona Trifiletti | 16 Mag, 2018, 12:40

Lo dice il difensore del Milan Alessio Romagnoli, dal palco del Premio Gentleman a Milano. Romagnoli ha commentato così la sua stagione: "Penso che l'importante è il gruppo". La cosa più importante è comunque sempre il collettivo, non il singolo. Pagato tanto (secondo Berlusconi) ma non troppo (secondo Galliani), voluto fortemente da Mihajlovic, oggi Alessio è diventato un leader ("Non è vero, Leo è fortissimo e devo imparare tanto da lui") e come tale non si è nascosto dietro un obiettivo mancato.

Grazie al punto ottenuto nell'ultimo turno di campionato a Bergamo, il Milan ha centrato la qualificazione alla prossima edizione dell'Europa League, ma il sesto posto non è ancora al sicuro: "Puntavamo a qualcosa di più - ha affermato Alessio Romagnoli - non possiamo negarlo, ma siamo stati bravi a raggiungere l'obiettivo minimo dell'Europa League".

"Dobbiamo vincere a tutti i costi con la Fiorentina, loro non ci regaleranno nulla". Dobbiamo vincere anche per i tifosi, speriamo che ce ne saranno tanti domenica a San Siro. L'intesa con Bonucci? Si abbiamo fatto bene, soprattutto quando siamo passati alla difesa a quattro.

Sulla squadra rossonera: "Abbiamo ampi margini di miglioramento, siamo un gruppo giovane".

Su Gattuso: "Ci ha sistemati sotto diversi punti di vista e in campo si è visto. Speriamo di continuare il percorso di crescita e acquisire sempre più esperienza".

Altre Notizie