Venerdì, 17 Agosto, 2018

Mps, la Lega propone il cambio di governance: crolla il titolo

Claudio Borghi: Mps di nuovo a picco, ipotesi Lega-M5S non rassicurano il mercato
Quartilla Lauricella | 18 Mag, 2018, 00:13

"Le dichiarazioni dell'onorevole Borghi, assieme alle indicazioni fornite nella bozza di programma di Lega e M5S, hanno subito creato una crisi di fiducia". "Ma è inutile metterlo nel contratto". "In buona sostanza", ha spiegato, l'obiettivo è "abbandonare l'idea di farci i profitti vendendola a chissacchì", ma mantenerla "come patrimonio del Paese". Ma è inutile mettere nel contratto: "E poi cambiamo l'amministratore delegato".

Una frase che il respondabile economico della Lega, Claudio Borghi, ha poi spiegato a Reuters significare che lo stato non uscirà per il momento dal capitale della banca senese e bloccherà la chiusura delle filiali, prevista dal piano che stava iniziando a dare i primi risultati col ritorno a un utile nei primi tre mesi dell'anno, al fine di garantire un servizio ai cittadini. "Ho il dovere di ricordare a tutti gli attori politici che la fiducia si costruisce poco per volta ma che basta poco per distruggerla tirandosi dietro i risparmi degli italiani che a parole si vorrebbero tutelare". Si tratta, ha aggiunto Padoan, di "un fatto molto grave che mette a repentaglio l'investimento effettuato con risorse pubbliche".

In una nota il ministro dell'Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, afferma che "per tutta la scorsa legislatura diversi governi hanno lavorato a un piano credibile di messa in sicurezza e rilancio di Banca Monte dei Paschi di Siena. Noi abbiamo un piano, andiamo avanti su quello". "Con riferimento alla banca Monte dei Paschi - si legge nel punto del contratto dedicato alla Tutela del Risparmio - lo Stato azionista deve provvedere alla ridefinizione della mission e degli obiettivi dell'istituto di credito in un'ottica di servizio".

Riguardo la possibilità che la sua poltrona sia meno salda, Morelli ha ribadito: "Vale quello che ho sempre detto, gli azionisti e soprattutto quello più importante sono liberi di fare tutte le riflessioni che ritengono opportuno sulla governance dell'azienda".

Altre Notizie