Mercoledì, 15 Agosto, 2018

Pecore tosaerba per i parchi di Roma? Coldiretti: un esercito

Roma. la ricetta grillina via i giardinieri l'erba la tagliano le pecore Pecore e capre per tosare gratis l'erba alta dei parchi di Roma
Evandro Fare | 16 Mag, 2018, 21:33

Le pecore assunte appartengono alla specie Gotland: sono originarie del nord Europa, hanno una folta vello e una particolare resistenza alla fatica.

IL CAMPIDOGLIO CORREGGE IL TIRO - Certo, quando a Roma si parla di "grandi ville", le prime che ovviamente vengono in mente sono Villa Borghese, Villa Doria-Pamphilj o Villa Ada, fiori all'occhiello della Capitale e non esattamente luoghi adatti a far pascolare degli ovini, se non altro per gli escrementi che lascerebbero sui prati e lungo i sentieri. A distanza di un paio d'ore proviamo a contattare il Campidoglio, che infatti corregge il tiro. "Finché ci saranno associazioni come Citizen Go, ci saranno tentativi di arretramento alle conquiste di civiltà, ma se sapremo fare rete, come le donne hanno dimostrato in tante altre battaglie e in tanti momenti difficili di saper fare, potremo fermare azioni come questa". Costano meno e rispettano la natura Se il lavoro del tosaerba può apparire più preciso e accurato, quello delle pecore conferisce al parco un aspetto più vicino a quello che avrebbe senza l'intervento dell'uomo. Il tutto circondato dalle transenne dalla Polizia locale di Roma Capitale, che, di fatto, dimostrano il fallimento del "Piano Marshall" sull'emergenza buche. "Una scelta ecologica per ridurre l'inquinamento e favorire l'integrazione tra città e campagna". Dove dovrebbero lasciare i loro escrementi queste pecore? Ma a cosa si riferisce esattamente il Sindaco citando la capitale tedesca? "Ed è lì che serve una manutenzione fatta per bene, non queste scemenze". E c'è chi posta sui social l'ennesima foto di una famiglia di cinghiali, papà, mamma e cuccioli al seguito, in uno strada della periferia nord di Roma vicino al Parco dell'Insugherata. Spesso - come riconosciuto dalla stessa Montanari -il verde pubblico è mantenuto da volontari di quartiere ( e questo succede anche nella citata Caffarella) che per vivere a pieno i parchi cittadini scendono direttamente in campo esasperati dall'assenza del servizio giardini.

Altre Notizie