Mercoledì, 19 Settembre, 2018

Playoff NBA, Cleveland ancora al tappeto: Celtics 2-0 nella serie

NBA playoffs ancora i Celtics sulla strada di Le Bron James LeBron James contro i Celtics. Fonte NBA Twitter
Iona Trifiletti | 16 Mag, 2018, 12:34

Torino - Una serata storta capita anche ai migliori. I padroni di casa si confermano invincibili in casa, ma la statistica che spaventa di più la corte del re è quella che evidenzia gli esiti finali delle serie nella storia di Boston che si sono trovate sul 2-0 a loro vantaggio: su 37 situazioni del genere i Boston sono passati sempre. Quindi con la distribuzione del pallone - con quattro uomini a 16 o più punti - difesa solida e grandissima energia, sintetizzata da un Jaylen Brown senza alcuna voglia di arrendersi al dolore al bicipite femorale. A questi livelli, nei playoff, non si ricordano due compagni di squadra di questa età in grado di incidere così tanto. Ma giocatori come JR Smith e Hill se vogliono avere l'onore di presenziare alla corte del 23 devono invertire rotta. Così il giovane tecnico (41 anni) ha potuto trasferire un sistema da college basket nella NBA, un'idea che sta funzionando. L'unico che si salva è Love che va in doppia cifra sia nei punti che nei rimbalzi, rispettivamente 22 e 15, insieme a Korver (se proprio vogliamo salvarne un altro). C'è da alzare l'asticella se si vuole passare.

Quello di Boston è un dominio totale, che inizia dopo soli 2 minuti di gara. Di fatto, in gara1 la rivalità non è esistita. Il giocatore bianco-verde ha poi concluso parlando della serie tra Cleveland e Toronto, evidenziando ciò che Boston dovrà fare in più dei canadesi per fermare The King: "Non voglio parlare male dei Raptors, ma guardando i filmati delle partite si nota che per James è stato tutto troppo facile". E anziché presentare un conto per lo sforzo fisico, il tempo che scorre sembra portare dividendi in termini di esperienza e fiducia ad un gruppo giovane.

Adesso per Cleveland sono guai seri. Poi è arrivato il ko di Irving, ma invece di crollare, Boston è salita di colpi. Ma non basta: il finale ha come protagonista Marcus Smart, che mette dentro otto punti di fila e sigilla il secondo successo di Boston nella serie.

Altre Notizie