Domenica, 19 Agosto, 2018

## Rd Congo: "Nuova fase" di epidemia Ebola dopo primo caso urbano -2

Rd Congo – L'ebola raggiunge le città La OMS ricorre ai vaccini contro l'Ebola nella Repubblica Democratica del Congo
Moreno Priola | 17 Mag, 2018, 16:00

Nella Repubblica Democratica del Congo la nuova epidemia di ebola si è diffusa dalla campagna a una città. "Siamo entrati in una nuova fase dell'epidemia di Ebola che ora sta interessanto tre distretti sanitari, tra cui uno urbano", ha detto oggi il ministro della Sanità congolese, Oly Ilunga Kalenga, in un comunicato citato dall'agenzia di stampa Xinhua. Il primo caso registrato in città rischia ora di favorire un "aumento esplosivo" di casi, come dichiarato alla Bbc da un alto funzionario dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Peter Salama. Il vaccino della ditta farmaceutica Merck è privo di licenza, ma si è dimostrato efficace nelle prove durante l'epidemia nell'Africa occidentale durante la quale, tra il 2014 e il 2016, 11.300 persone sono morte in Guinea, Liberia e Sierra Leone. L'ultimo focolaio si era verificato nel 2017 nella zona di Likati (a nord del Paese) e contenuto in maniera abbastanza tempestiva. Questa volta è l'arrivo del virus in un'area urbana a spaventare le autorità, dal momento che ebola si propaga in maniera molto rapida ed è accompagnato da un tasso di mortalità pari al cinquanta per cento (decede un infetto su due). Il virus, dopo il passaggio dall'animale selvatico all'uomo, si trasmette attraverso il contatto diretto con fluidi corporei o oggetti contaminati da fluidi corporei di persone malate.

La strategia subito approntata dalle autorità sanitarie prevede l'"inseguimento" del virus, l'identificazione dei contatti e l'interruzione della trasmissione. Gli operatori sanitari hanno già identificato 430 persone che potrebbero aver avuto contatti con l'agente eziologico e stanno lavorando alacremente per rintracciare oltre quattromila persone che con loro sarebbero già entrate in contatto.

Il ministro ha poi riferito che l'Organizzazione mondiale della Sanità ha inviato ieri 5.400 dosi di un vaccino sperimentale anti-Ebola, fornendo così una cifra di circa 1.500 dosi più alta di quanto annunciato in precedenza. Bikoro non è facilmente raggiungibile e le sue funzionalità sono assai limitate, soprattutto durante il periodo delle piogge. La sua vicinanza ai confini non fa dormire sonni tranquilli, di fronte all'ipotesi che il virus inizi a circolare anche negli Stati limitrofi.

Altre Notizie