Giovedi, 18 Ottobre, 2018

Reddito di inclusione: nuovi requisiti dal 1° giugno

Reddito di Inclusione 2018 messaggio Inps POVERTÀ: SI ALLARGA LA PLATEA DEL REI,DOMANDE DA GIUGNO
Quartilla Lauricella | 14 Mag, 2018, 13:14

Mentre la politica discute come inserire nel programma di governo il Reddito di cittadinanza, chiesto dal movimento Cinque Stelle, si allarga il bacino potenziale del Reddito di inclusione (Rei), il piano di intervento per chi è in difficoltà economica, varato nella scorsa legislatura e gestito dall'Inps. A riportarlo è l'Agenzia di Stampa Ansa.it citando un messaggio che è stato pubblicato dall'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (Inps). Per questo, la platea potenziale che ad inizio anno era di circa 500.000 famiglie per 1,8 milioni di persone si estenderà, passando a 700.000 nuclei per un totale di 2,5 milioni di persone coinvolte.

Grazie a questa novità, gli unici requisiti necessari per poter presentare la domanda saranno quelli del reddito Isee, che non dovrà essere superiore a 6.000 euro, e del patrimonio immobiliare inferiore a 20.000 euro, nel quale non viene considerala la casa di abitazione.

L'assegno corrisposto dal'Inps attraverso il Rei varia a seconda della composizione del nucleo familiare a va da 187,5 euro per un single a 539,8 euro per un nucleo familiare composto da sei o più persone.

Tutti i requisiti familiari richiesti per l'accesso al reddito di inclusione dal decreto legislativo n. 147 del 2017 (presenza nel nucleo familiare di un minorenne, o di un disabile o di una donna in gravidanza, o di un ultra 54enne disoccupato) sono abrogati già dal mese di giugno invece che dal 1° luglio, come previsto dalla Legge di bilancio 2018. Dalla durata massima del Rei devono essere, comunque, sottratte le mensilità di Sostegno per l'inclusione attiva (Sia) eventualmente già erogate al nucleo familiare. Il beneficio economico è condizionato alla prova dei mezzi e all'adesione a un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa. Secondo dati diffusi alla fine di marzo le persone beneficiate da misure di contrasto alla povertà sono state nel primo trimestre 2018 quasi 900 mila (in 251.000 famiglie), oltre 300.000 delle quali hanno avuto il Rei (in 110.000 famiglie).

Altre Notizie