Giovedi, 18 Ottobre, 2018

Rottamazione bis delle cartelle: istanza entro il 15 maggio 2018

Rottamazione cartelle 2018 scadenza domanda Rottamazione cartelle: gli interessi saranno meno cari
Quartilla Lauricella | 14 Mag, 2018, 11:25

La Rottamazione è una creatura della Legge di Stabilità del 2017, si tratta di un'agevolazione fiscale che permette al cittadino di essere sgravato dal pagamento di interessi e sanzioni, tranne per le multe dove l'esonero riguarda solo "gli interessi e le maggiorazioni previste dalla Legge".

In secondo luogo, la possibilità di poter rottamare tutte le cartelle esattoriali comprendenti il periodo che va dal 2000 al 2016 e quelle messe a ruolo nei primi 9 mesi del mese di gennaio 2017, quindi ben 17 anni di debiti insoluti. Sempre nell'area riservata è possibile richiedere il proprio Prospetto informativo, per sapere quali sono le cartelle e gli avvisi che rientrano per legge nel perimetro della Definizione agevolata 2000/17. "Se si decide già all'atto del pagamento della prima rata della definizione agevolata quali cartelle rottamare, per le altre, qualora interessate da una precedente rateizzazione in essere, possono essere ripresi i pagamenti della rateizzazione - spiegano fonti dell'Agenzia -".

La lista delle cartelle rottamabili. I contribuenti potranno presentare la domanda online con 'Fai D.A. Te' attraverso il portale messo a disposizione dall'Agenzia delle Entrate.

Al contrario, possono accedere alla "nuova" rottamazione i contribuenti non ammessi alla precedente definizione agevolata perché non in regola con i pagamenti delle rate scadute al 31 dicembre 2016, dovute a seguito di un piano di rateazione al 24 ottobre 2016.

Cartelle esattoriali: tagliati gli interessi di mora al 3,01% dal 15 maggio 2018 Comunicato stampa ufficiale dell'Agenzia delle Entrate del 10 maggio 2018 Cartelle esattoriali: tagliati gli interessi di mora al 3,01% dal 15 maggio 2018 Provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 10 maggio 2018 in materia di interessi di mora sulle cartelle di pagamento Cartella esattoriale: novità sugli interessi di mora.

La terza sezione dovrà essere compilata solo da coloro che, invece, voglio autorizzare la rottamazione solo di alcuni debiti contenuti nella cartella.

I moduli per la domanda, che può essere presentata fino al 15 maggio, sono presenti sul sito dell' Agenzia delle entrate- Riscossione dallo scorso ottobre ma è possibile recuperarlo anche presso tutti gli sportelli autorizzati.

Una volta inviata la domanda di rottamazione cartelle 2018 all'Agenzia delle Entrate-Riscossione, il contribuente, riceverà entro il 30 giugno 2018 l'importo delle cartelle che possono essere oggetto di condono, la scadenza delle rate e i relativi bollettini di pagamento o, in alternativa, l'eventuale diniego. Gli utenti registrati (al portale dell'Agenzia delle Entrate o con l'identità digitale "spid") avranno invece nove minuti in più (fino alle 23,59) per inviare la domanda.

Chi riceve una cartella di pagamento e, decorsi 60 giorni dalla notifica non effettua il versamento, è tenuto a pagare gli interessi di mora, calcolati in base all'effettivo ritardo, come prevede l'articolo 30 del decreto del Presidente della Repubblica n. 602/1973.

Altre Notizie