Domenica, 15 Luglio, 2018

Ruby ter, nuovo rinvio a giudizio per Berlusconi: a processo per corruzione

Il Flò a Piazzale Michelangelo dove le ragazze americane incontrarono i carabinieri Il Flò a Piazzale Michelangelo dove le ragazze americane incontrarono i carabinieri
Evandro Fare | 16 Mag, 2018, 14:20

La Procura di Torino, in relazione al processo "Ruby ter", ha chiesto il rinvio a giudizio nei confronti di Silvio Berlusconi. "In attesa dell'udienza preliminare di inizio luglio, il 7 giugno la Cassazione dovrà pronunciarsi sul sequestro dei beni di Vannoni". Intanto è stata esclusa la concessione in comodato gratuito alla ragazza di un immobile in Torre Velasca, il grattacielo di 26 piani in pieno centro a Milano. L'agenzia Adnkronos riferisce che assieme al Cavaliere, il Pubblico Ministero ha chiesto il rinvio a giudizio anche per Roberta Bonasia, ex infermiera di Nichelino, accusata di calunnia, falsa testimonianza e corruzione in atti giudiziari.

Il processo riguarda le donazioni in denaro che lo stesso Berlusconi avrebbe fatto alla ragazza, per fare in modo che la stessa, durante le testimonianze nei processi di Milano, fornisse delle dichiarazioni false sulle cene che si consumavano nell'abitazione di Arcore del massimo esponente di Forza Italia. L'udienza è durata 45 minuti e ha discusso la difesa di Bonasia (l'avvocato Stefano Tizzani) che ha chiesto di pronunciare sentenza di non luogo a procedere, perché i reati non sussistono. Ai fini della decisione, il giudice dovrà valutare se vale dove Bonasia ha ricevuto l'ultimo assegno circolare di Berlusconi, pari a 25 mila euro, vale a dire a Milano, o dove l'assegno è stato incassato, in una banca del Torinese.

Altre Notizie