Venerdì, 17 Agosto, 2018

Spari nel Vibonese, un morto e 3 feriti

Pomeriggio di sangue nel Vibonese, sparatoria a Nicotera e Limbadi: un morto e quattro feriti (NOMI) Due sparatorie in Calabria: un morto e 4 feriti
Evandro Fare | 14 Mag, 2018, 12:02

Nel pomeriggio ci sono state due sparatorie prima a Limbadi e poi a Nicotera: il bilancio sarebbe di un morto e quattro persone ferite. L'uomo che ha perso la vita si chiamava Michele Valarioti e aveva sessantatré anni. L'uomo è stato colpito mentre si trovava a casa a Nicotera. Nello stesso paese è stata ferita una donna che era per strada. Secondo le testimonianze raccolte dai Carabinieri, il killer è sceso dall'auto, una Fiat Panda, e ha sparato un primo colpo sull'uscio. A quel punto si sarebbe allontanato sempre a bordo della propria vettura, dileguandosi. A quanto sembra, ad agire è stato un uomo sulla trentina a volto scoperto.

E' ricercato in ambito nazionale Francesco Olivieri, il 31enne che ieri ha aperto il fuoco a Nicotera e Limbadi provocando due morti e tre feriti. Nelle ricerche sono impegnati, oltre ai Carabinieri della Compagnia di Tropea, anche il gruppo speciale dei "Cacciatori di Calabria" con sede a Vibo Valentia, specializzato nella cattura dei latitanti. Inoltre, da alcune testimonianze, pare che l'uomo sia passato imbracciando l'arma lungo il tragitto che separa le due abitazioni in cui ha sparato alle due vittime, esplodendo dei colpi anche contro una automobile e probabilmente altri a vuoto e non riponendo il fucile nemmeno quando è passato accanto al locale liceo. Quindi, a piedi, ha percorso circa 200 metri, passando davanti alla scuola, ed è andato a casa di Michele Valarioti, di 63 anni, uccidendolo. Da Limbadi, sempre secondo una prima, frammentaria, ricostruzione, si sarebbe poi recato a Nicotera. Ma in ogni caso l'avviso di ricerca e' stato emanato a livello nazionale e diffuso a stazioni, porti ed aeroporti per impedire ogni via di fuga a colui che viene ritenuto l'autore del duplice omicidio.

A Caroni, frazione di Limbadi, l'attentatore ha sparato contro l'auto di uno dei fratelli Timpano, famiglia che ha dato i natali a Vincenzo Timpano, narcotrafficante, coinvolto in importanti inchieste antidroga. Una ricostruzione indispensabile per cercare di capire il movente di un gesto che allo stato appare senza spiegazioni.

Altre Notizie