Mercoledì, 15 Agosto, 2018

Xylella, stangata Ue: sarà procedura di infrazione

Xylella, Italia deferita alla Corte di Giustizia Ue/ Sanzionati anche per smog Pm10 e rifiuti radioattivi Xylella: Coldiretti, “quasi 10 milioni di piante colpite in Puglia, danni per 1 miliardo”
Evandro Fare | 16 Mag, 2018, 23:40

Sui rifiuti radioattivi il nostro Paese è stato conforme alla direttiva in materia, soprattutto per quanto riguarda la notifica dei programmi nazionali di gestione del combustibile nucleare esaurito e dei rifiuti radioattivi.

La Commissione Ue ha deferito l'Italia alla Corte di Giustizia europea per aver violato le norme europee antismog: avrebbe ripetutamente superato i limiti Ue per il particolato Pm10. Intanto veniamo sanzionati anche per procedure di infrazione sull'inquinamento atmosferico da Pm10 e smaltimento di rifiuti radioattivi.

L'Italia domani sarà deferita alla Corte di Giustizia dell'Ue nell'ambito della procedura di infrazione aperta in relazione alle misure necessarie per combattere la diffusione della Xylella Fastidiosa, un batterio che attacca gli olivi (e altre piante come la vite).

Lo scorso marzo, quando quasi tremila ulivi furono trovati positivi al batterio in un'area dove nel 2015 erano pochi gli esemplari colpiti.

Lo ha deciso la Commissione europea. "In cinque anni e mezzo - sottolinea Coldiretti - si sono susseguiti errori, incertezze e scaricabarile che hanno favorito l'avanzare del contagio che, dopo aver fatto seccare gli ulivi leccesi, ha intaccato il patrimonio olivicolo di Brindisi e Taranto, arrivando pericolosamente alle porte della provincia di Bari, con effetti disastrosi sull'ambiente, sull'economia e sull'occupazione".

Altre Notizie