Lunedi, 20 Agosto, 2018

Canada, G7: l'arrivo del premier Conte in Quebec

G7 ad alta tensione G7, la prima volta di Conte: accolto da Trudeau insieme agli altri leader
Evandro Fare | 11 Giugno, 2018, 13:43

Questi due palazzi, insieme al Capella Hotel sull'isola di Sentosa Island, dove si tiene il meeting del 12 giugno, sono classificati come "siti protetti". "Ho incontrato sia il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker che il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk".

Kim, secondo la stampa di Singapore, ha avuto a sua disposizione un aereo usato dal governo cinese per il trasporto di alti funzionari tra cui anche il presidente Xi Jinping. Era meglio mantenere un dialogo, o quanto meno l'illusione di un dialogo. Posso anticipare - ha aggiunto Conte - che si è raggiunto un accordo. "Sono fiducioso nel vertice", ha detto il presidente, dicendosi convinto che il leader nordcoreano coglierà "l'occasione unica" e farà "una cosa positiva per il suo Paese, la sua famiglia".

Il cambio di rotta è giunto in concomitanza con le Olimpiadi invernali che si sono svolte a Pyeongchang, che hanno visto un tentativo da parte della Corea del Nord di scongelare le relazioni con la Corea del Sud, grande alleato di Washington. Rispondendo poi alle domande di giornalisti, ha sottolineato che gli "basterà un minuto per capire se Kim è serio sulla pace", altrimenti "non perderò il mio tempo". Il vertice si conclude quindi con un nulla di fatto per fermare una guerra commerciale globale.

"Sulla base delle false dichiarazioni di Justin alla conferenza stampa - ha twittato Trump in volo - e del fatto che il Canada impone enormi barriere ai nostri agricoltori, lavoratori e aziende, ho istruito i nostri rappresentanti statunitensi di non sottoscrivere il Comunicato mentre guardiamo a dazi sulle auto che invadono il mercato statunitense!".

Le misure di sicurezza a Singapore sono state portate ai massimi livelli in vista dello storico summit che i due avranno martedì. "I canadesi sono educati e ragionevoli, ma non saranno presi in giro". Lo aveva evidenziato plasticamente la foto, pubblicata qualche ora prima, dal cancelliere Angela Merkel sul suo account Twitter, che ben 'fotografa' il tempestoso negoziato tra i leader in Canada: Trump, e' al centro, seduto ma quasi assediato dagli altri presenti, tutti in piedi; la stessa Merkel e' protesa verso di lui a mostrargli i pugni, e accanto a lei, sempre in piedi il premier canadese e quello giapponese, Shinzo Abe, pronti a darle man forte.

Altre Notizie