Venerdì, 14 Dicembre, 2018

Di Maio | a breve decisioni sull' Ilva

L'acciaieria Ilva a Taranto. Credit Paolo Manzo L'acciaieria Ilva a Taranto. Credit Paolo Manzo
Quartilla Lauricella | 22 Giugno, 2018, 08:39

Oggi infatti incontrerà al Mise le rappresentanze sindacali, il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, le associazioni dei cittadini e, ultima ArcelorMittal.

Ma l'appuntamento clou della giornata è stato quello con ArcelorMittal, che per la prima presa di contatto con il nuovo governo si è presentata con una delegazione ai massimi livelli, capitanata dal ceo Lakshmi Mittal e dal Aditya Mittal, che guida il gruppo in Europa. Resta pero' da chiudere l'accordo fra azienda e sindacati. "Lasciamo lavorare il ministro e confidiamo in una soluzione che sia nell'interesse del paese". Da segnalare che proprio l'indotto di Taranto, a causa della crisi finanziaria dell'Ilva, sta vivendo da mesi pesanti difficolta' che si sostanziano in una mancanza di ordini di lavoro e nel mancato pagamento, da parte della stessa Ilva, delle attivita' prestate. AmInvestCo prevede di assorbire 10.000 lavoratori, mentre i restanti 3.800 resterebbero 'a stipendio' dell'Amministrazione Straordinaria. "Noi siamo convinti - scrivono i sindacati - che questo Governo, ancor piu' che in passato, si occupera' dei lavoratori delle pulizie civili e industriali, edilizia, ristorazione collettiva e somministrazione circa 4000 addetti, tenendo insieme le questioni dei lavoratori diretti ed appalto a partire dalla salvaguardia occupazionale e reddituale, tutele e prevenzione per la salute e sicurezza (oggi insufficienti) ed infine la salvaguardia dell'Ambiente". Una frase che potrebbe portare a diverse opzioni: dalla chiusura tout court, magari in tempi lunghi (10-20 anni) che sembra scongiurata anche dallo stesso ministro ("l'Ilva deve continuare a esistere e a dare posti di lavoro anche piu' di adesso", aveva detto in campagna elettorale); a una riconversione che prediliga l'uso del gas al posto del carbone (come vorrebbe il governatore della Puglia Michele Emiliano). "I piani industriali e ambientali per Ilva hanno le loro radici nelle pluriennali esperienze di Arcelormittal e traggono spunto dalle più moderne e innovative tecnologie di processo e dalle più d'impatto e avanzate procedure ambientali".

Altre Notizie