Martedì, 23 Ottobre, 2018

Formula 1, rivoluzione sui caschi: ecco le nuove regole FIA

Formula 1, arriva il super casco nel 2019 Formula 1, rivoluzione sui caschi: ecco le nuove regole FIA
Iona Trifiletti | 09 Giugno, 2018, 13:54

Il nuovo modello, omologato con codice FIA 8860-2018, prevede un incremento dell'assorbimento d'energia in caso di urto e un'estensione dell'area protettiva per i piloti; dal prossimo anno tutti i driver della Formula 1 dovranno indossarne uno mentre, nelle stagioni successive, sarà esteso anche alle categorie minori.

"Gli attuali caschi sono già i migliori al mondo, ma il nuovo standard li porterà ad un livello superiore. E' importante che il reparto ricerca e sicurezza continuino sempre a migliorare e questo è il motivo per cui stiamo chiedendo a tutti i produttori di caschi di soddisfare questi nuovi standard, necessari per competere nei nostri campionati" ha spiegato il direttore del reparto sicurezza della FIA, Laurent Mekies.

- Impatto a bassa velocità: impatto del casco a 6 m / s. La decelerazione di picco non deve superare 200G con una media massima di 180g.

Protezione balistica avanzata: con un proiettile metallico da 225 g sparato a 250 km / h la decelerazione di picco non deve superare 275G. La decelerazione di picco non deve superare 275G.

Crush: un peso di 10Kg che cade da 5,1 metri sul casco. Test laterali e longitudinali La forza trasmessa non deve superare i 10 kN. L'intera zona di copertura del casco deve superare una serie di test che siano in grado di certificare la resistenza alla penetrazione.

Caschi che verranno sottoposti a test differenziati nella velocità d'impatto, così come la visiera dovrà resistere alla perforazione di un pallino esploso da un fucile ad aria compressa. Il pellet non deve penetrare all'interno del casco.

La visiera: la visiera deve garantire la giusta colorazione e la giusta visuale ai piloti, senza alterare in maniera significativa ciò che questi devono vedere.

Sistema di ritenzione: test di roll-off e test dinamico per garantire la resistenza del cinturino e dei suoi attacchi. Per ottenere la certificazione di idoneità, il casco dovrà superare l'esposizione ad un incendio con temperatura di 790 gradi: una volta rimosse le fiamme tramite l'ausilio degli estintori in dotazione al personale di pista, il fuoco dovrà auto-estinguersi, evitando di provocare ulteriori danni al pilota.

Impatto della mentoniera: prova d'urto con un oggetto a 5,5m/s. La decelerazione massima non deve andare oltre i 275G.

Proiezione e attrito superficiale: il test serve a garantire uniformità della superficie del casco e il ridotto attrito.

Resistenza meccanica FHR: test per garantire un'elevata resistenza dei punti di attacco Frontal Head Restraints.

Altre Notizie