Sabato, 23 Giugno, 2018

Giuseppe Conte: sì a Nato, ma vogliamo aprire a Russia

Il governo M5S-Lega guidato da Giuseppe Conte punta a una revisione del sistema delle sanzioni alla Russia Il governo M5S-Lega guidato da Giuseppe Conte punta a una revisione del sistema delle sanzioni alla Russia
Evandro Fare | 06 Giugno, 2018, 20:37

"Non vedo l'ora di lavorare con lui e spero di incontrarlo presto".

La Nato richiama l'Italia all'opportunità che vengano mantenute le sanzioni contro la Russia: lo fa dopo che il premier Giuseppe Conte ha manifestato l'intenzione di ammorbidire la posizione contro Mosca e prima del vertice di tutti i ministri della difesa in programma domani, giovedì a Bruxelles. "Il dialogo con la Russia non è facile, è esattamente il motivo per cui è così importante".

"Intendiamo preliminarmente ribadire la convinta appartenenza del nostro Paese all'Alleanza atlantica, con gli Stati Uniti d'America quale alleato privilegiato". Ma attenzione! Saremo fautori di una apertura verso la Russia.Una Russia che ha consolidato, negli ultimi anni, il suo ruolo internazionale in varie crisi geopolitiche. "Ci faremo promotori di una revisione del sistema delle sanzioni, a partire da quelle che rischiano di mortificare la società civile russa", aveva detto Conte. "La Russia - ha spiegato - deve cambiare comportamento prima che le sanzioni siano eliminate".

Un passaggio che ha fatto scattare il richiamo della Nato.

Altre Notizie