Sabato, 23 Giugno, 2018

Governo: Conte, scarsa attenzione per Sud? Dedicato intero ministero

Fiducia Governo M5s-Lega al Senato: diretta live/ Video streaming, discorso Premier Conte: migranti ed Europa Governo, il discorso del premier Conte in Senato: tutti i punti programmatici
Evandro Fare | 09 Giugno, 2018, 14:42

Una riflessione merita la vicenda tragica e inquietante occorsa qualche giorno or sono. I presenti sono stati 314, i votanti 313. "A lui e ai suoi familiari va il nostro commosso pensiero".

Si è poi parlato di flat tax, una misura definita rivoluzionaria: "Una riforma fiscale caratterizzata dall'introduzione di aliquote fisse, con un sistema di deduzioni che possa garantire la progressività dell'imposta, in piena armonia con i principi costituzionali".

Il suo discorso programmatico ha incontrato diverse critiche da parte dei membri dell'opposizione ma anche da parte dell'opinione pubblica, divisa tra il populismo e un contratto di governo da cui è sparita la questione meridionale.

Dopo il giuramento, oggi il governo Conte dovrà affrontare il primo banco di prova: le votazioni al Parlamento per ottenere la fiducia. È stato l'unico standing ovation unanime della giornata.

Il premier nel suo intervento ha voluto chiarire una volta per tutte la posizione sull'Euro: "L'uscita non è in discussione ma - ha precisato - non rinunceremo a ridiscutere le politiche economiche". Solo in due occasioni ha applaudito anche il Pd: quando il premier ha ribadito la collocazione atlantica dell'Italia e quando ha ricordato Soumaila Sacko, il bracciante-sindacalista assassinato nella piana di Gioia Tauro. Quindi lavoro e giovani, con un focus sul fronte pensioni e il superamento della legge Fornero.

Il premier interverrà al Senato per le dichiarazioni programmatiche intorno alle 12. Il Presidente della Camera, Fico, è dovuto intervenire per placare le anime infuocate.

Il tutto ha fatto subito irrigidire l'Europa che quelle sanzioni le ha decise, non senza fatica, all'unanimità e in ben due distinte votazioni. In Senato infatti, ci sono 58 senatori della Lega e 109 del Movimento 5 stelle.

Dopo il sì del Senato, il governo Conte ottiene anche la fiducia dalla Camera dei depoutati, con 350 voti a favore del nuovo esecutivo e 236 contrari.

Nessuna sorpresa al Senato per il primo voto di fiducia. I voti contrari sono dunque i 61 di Forza Italia, i 52 del PD e quelli di alcune componenti del Gruppo Misto. E questo perché "siamo consapevoli che il terzo settore e tutti gli organismi che lo affollano (associazioni di volontariato, di promozione sociale, di cooperazione sociale, che perseguono la solidarietà sul piano internazionale) offrono modelli di sviluppo sostenibile, che contribuiscono a realizzare un circuito di solidarietà che favorisce le persone fragili e più bisognose".

Altre Notizie