Martedì, 16 Ottobre, 2018

Ilva: Emiliano, ottimista se programma Governo stesso Puglia

“Copertura parchi Ilva su terreni contaminati lavori compatibili?” Tap, Emiliano: “Alcuni furbacchioni del Pd volevano metterlo per forza a San Foca: ora salterà”
Quartilla Lauricella | 07 Giugno, 2018, 09:26

Tutto ciò che accade dopo deve tenere conto di questo carteggio. E lo faremo senz'altro. "Le altre scelte che afferiscono all'economia invece toccano ad altri ministeri". Lo ha detto oggi il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, intervistato a Sky Tg24. Noi vigileremo perché questo avvenga.

Sul contratto di Governo siglato da Lega e M5S, è scritto, anche se in modo non chiarissimo, che l'Ilva andrebbe chiusa.

"Il governo ragiona con una sola penna".

"Dire che il M5S vuole chiudere Ilva è una bugia - ha ribadito Pirondini - ma è evidente che su Taranto serve un piano B perché non possiamo chiedere alle persone se vogliono vivere o lavorare". A me interessa che il sistema ambiente funzioni, che il livello di tutela ambientale del cittadino e del territorio venga soddisfatto.

Non ci aspettavamo la risoluzione immediata dei problemi di Taranto: siamo ben consapevoli della complessità della questione.

"Gli accordi con la cordata indiana sono stati presi dal governo Gentiloni e sono stati contestati attraverso le "osservazioni" da molte associazioni ambientaliste e dalla stessa Federazione dei Verdi. - aggiungono - Inoltre al TAR Lazio risultano pendenti due ricorsi avverso il DPCM, firmato dal Presidente Gentiloni a chiusura delle procedure di locazione - vendita con Arcelor Mittal". "Per approfondire la situazione reale - ha concluso Bonelli - gli manderò una copia del mio libro-dossier 'Good Morning Diossina' dove spiego cause e rimedi per Taranto e l'Ilva". Nel corso della commissione sono intervenuti i segretari e i delegati di Fiom, Fim e Uilm che hanno ripercorso la storia dell'accordo di programma e le ultime vicende con la trattativa - finora non andata a buon fine con Mittal e il ministro Calenda. Lo scrive in una nota il Verde Angelo Bonelli. "Una norma che ha impedito il proseguo di una indagine sull'alta percentuale di diossina proprio nel quartiere Tamburi di Taranto, da parte del PM Buccoliero". "Bisognerà lavorarci di concerto con il Ministero dello Sviluppo economico per una Taranto libera per sempre dalle fonti di inquinamento". Lo ha scritto su Facebook il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa.

Altre Notizie