Martedì, 14 Agosto, 2018

Migranti, cosa sta succedendo con la nave Aquarius?

Guglielmo Mangiapane  Reuters Guglielmo Mangiapane Reuters
Evandro Fare | 11 Giugno, 2018, 21:26

"L'Italia ha smesso di chinare il capo e di ubbidire, stavolta c'è chi dice no". Chiediamo agli Stati Europei di dare priorità alla vita delle persone. La nave "Aquarius" non è stata quindi autorizzata ad approdare in Italia.

Non ci sono sostanziali novità da ieri notte.

Mentre nel fine settimana nel G7 canadese finiva l'ordine politico dell'Occidente per mano del primo Presidente Usa ideologicamente anti-occidentale e il nostro Paese stava in coda con il prestanome politicamente congiunto di Salvini e Di Maio - non familiare, ma famiglio - per stringere la mano di Trump e incassarne i complimenti, dall'altra parte dell'oceano un geniale capopopolo della frustrazione e dell'odio popolare organizzava la messinscena dell'invasione sequestrando il destino di 600 poveracci per dimostrare al mondo e soprattutto ai suoi elettori che la "pacchia" era finita. E' l'appello lanciato via Twitter dall'agenzia Onu per i rifugiati Unhcr in Italia. Che umiliazione. Se c'era un aspetto su cui l'Italia non prendeva lezioni da nessuno, era quello umanitario. "Se poi malauguratamente alle persone a bordo dovesse succedere qualcosa di grave o se addirittura morissero, l'Italia dovrebbe rispondere anche al livello penale di quanto successo, quantomeno in termini di omissione di soccorso perché Roma ha gestito il coordinamento delle operazioni", aggiunge Belluccio. A far loro da sponda, oltre alle varie correnti di sinistra che per una volta si trovano unite, l'immancabile Laura Boldrini che twitta: "Salvini chiude i porti".

Viene risposto che stiamo attendendo che venga definito un porto sicuro dove possano sbarcare.
"Non si ripeterà - aveva detto Salvini - un'altra estate sbarchi, sbarchi, sbarchi".

"Porti italiani chiusi agli sbarchi dei migranti", Matteo Salvini è categorico, come riporta "Repubblica", definendo la linea guida che il ministero degli Interni seguirà nella gestione degli sbarchi. Ad una domanda sulle affermazioni di Matteo Salvini sul caso della nave Sea Watch 3, della ong tedesca, il governo non ha voluto aggiungere nulla. Un portavoce del governo maltese ha replicato che il salvataggio "è avvenuto nella zona libica di ricerca e soccorso ed è stato coordinato dal centro di soccorso a Roma". Questo il suo tweet, con la citazione dal Vangelo secondo Marco, 25,43. Il Mediterraneo è il mare di tutti i Paesi che vi si affacciano e non si può immaginare che l'Italia continui ad affrontare questo fenomeno gigantesco in solitudine. Poco dopo, però il post è stato cancellato. In mattinata il ministro ha riferito che ci sarebbe una seconda nave al largo delle coste libiche in attesa di accogliere a bordo migranti in viaggio verso l'Europa. "L'isola non può continuare a voltarsi dall'altra parte quando si tratta di rispettare precise convenzioni internazionali in materia di salvaguardia della vita umana e di cooperazione tra Stati".

Altre Notizie