Sabato, 23 Giugno, 2018

Milan, Elliott sarà rimborsata. E il nuovo socio arriva entro fine mese

Adriano Galliani Marco Bogarelli Adriano Galliani e Marco Bogarelli
Iona Trifiletti | 14 Giugno, 2018, 05:58

Convincere l'Uefa a non escludere la squadra dalla prossima Europa League e rifinanziare il debito con la società di Paul Singer, sono i due principali obiettivi di Yonghong Li. Resta da capire con quale percentuale entrerà il nuovo socio: l'obiettivo resta quello di rimborsare il prestito nei confronti del fondo Elliott, tutto o quantomeno quello che fa riferimento alla holding che detiene la maggioranza del club rossonero. A maggior ragione se verrà ufficilizzato l'ingresso di nuovi capitali con "fondi freschi": una banca d'affari milanese in questi giorni sta lavorando per concedere le garanzie finanziarie necessarie per confincere l'Uefa.

Buone, anzi ottime notizie per il Milan quelle riportate oggi da 'La Gazzetta dello Sport' secondo cui Li Yonghong avrebbe finalmente trovato un socio di minoranza grazie al quale uscire dalle difficoltà attuali e costruire insieme un futuro più sereno.

In attesa di novità dal cda e della sentenza di Nyon (attesa per il prossimo 19 giugno), c'è quindi grande curiosità tra i tifosi in merito al nome del presunto socio di minoranza. Un'azione che potrebbe portare al rifinanziamento del debito maturato con il fondo di investimenti statunitense Elliott Management Corporation. Il 57enne magnate americano, fondatore del noto marchio d'abbigliamento Gap e già proprietario di alcune società sportive (tra queste anche il Celtic Fc in Scozia), sarebbe infatti stato coinvolto dalla banca d'affari Goldman Sachs per affiancare Yonghong Li.

A beneficiarne, oltre alle casse del club, sarebbe anche l'immagine del Milan a livello internazionale. Secondo il network di Murdoch si tratterebbe di un malese nato a Kuala Lumpur, con residenza a Singapore e a rappresentare un gruppo di imprenditori orientali interessati ad entrare nel pacchetto azionario del club rossonero. A fare da intermediario ci sarebbe un pezzo da 90 del calcio europeo: Jorge Mendes, uno dei procuratori più ricchi e potenti del mondo, agente di Cristiano Ronaldo, di top player come Diego Costa, Radamel Falcao, Angel Di Maria e James Rodriguez, e soprattutto di un calciatore del Milan, Andrè Silva.

Altre Notizie