Lunedi, 15 Ottobre, 2018

È morto Gino Santercole, nipote di Celentano. Scrisse brani famosi

Addio a Gino Santercole, è morto l'autore di E’ morto Gino Santercole, autore dei successi di Celentano
Calogero Calderone | 09 Giugno, 2018, 18:05

Scrisse le musiche di canzoni come "Una carezza in un pugno", "Svalutation", "Straordinariamente", "Un bimbo sul leone". Santercole si è spento all'età di 77 anni nella sua casa di Roma: anarchico e caratterizzato da una vita non certo facile e particolarmente tormentata, era nipote di Celentano pur avendo soltanto due anni in meno di lui; ma non solo perchè dopo le nozze con la sorella di Claudia Mori è diventato anche suo cognato.

A darne notizia, su Facebook, il cugino gironalista Bruno Perini: "Stanotte è morto mio cugino Gino Santercole". Aveva 78 anni. Santercole, nato a Milano nel 1940 da Rosa, sorella di Celentano, crebbe nella celebre via Gluck.

Il debutto nel mondo della musica avviene proprio con lo zio iniziando con i Rock Boys e passando poi ai Ribelli.

E' morto oggi Gino Santercole, chitarrista, cantante e compositore di alcuni pezzi storici, come ad esempio "Una carezza in un pugno" e "Svalutation", che Adriano Celentano portò al successo.

Nel 1964 debutta come cantante solista. Ma è anche al cinema che Santercole si tuffa a capofitto, lavorando con registi come Pietro Germi, Dino Risi, Giuliano Montaldo, Luigi Comencini, Luciano Salce, Mario Monicelli. Nel settembre 2008 è ospite al Festival di Venezia con Adriano Celentano per la nuova uscita di Yuppi Du (della cui colonna sonora era coautore).

Altre Notizie