Domenica, 21 Ottobre, 2018

Trump: "Da Singapore parte un messaggio di pace per il mondo intero"

G7: Conte fa ciao con la mano a Trump ma lui lo ignora completamente NBA, Dennis Rodman a Singapore per l’incontro tra Trump e Kim Jong Un
Evandro Fare | 12 Giugno, 2018, 14:06

A sua volta Kim Jong-un ha confermato la propria aderenza alla totale denuclearizzazione della penisola coreana. "Sono molto costose e Seul contribuisce, ma non al 100%", ha osservato il tycoon, mentre sui 32.500 soldati di stanza in Corea del Sud "non c'è alcun piano" per portarli via. "Li risolveremo. e non vedo l'ora di lavorare con lei", ha replicato Trump.

Il faccia a faccia è durato circa 45 minuti.

Ma al momento scegliamo uno scatto che coglie Kim seduto al tavolo dove sta per firmare la pace con gli Stati Uniti.

Riaffermando la dichiarazione Panmunjom del 27 aprile 2018, la Corea del Nord si impegna a lavorare per una completa denuclearizzazione della penisola coreana. "Attueremo la denuclearizzazione della Corea del Nord", ha proseguito. E rispondendo a una domanda dei giornalisti, Trump, molto sorridente, ha detto che inviterà Kim alla Casa Bianca. "Avremo una incredibile relazione, non ho dubbi", ha aggiunto il presidente americano.

"E' un onore essere qui", ha detto il presidente degli Stati Uniti, che poi ha aggiunto che prevede di avere con Kim una "relazione formidabile".

Iniziamo, senza aspettare "i ritardatari", ha detto Justin Trudeau. L'America di Trump, infatti, sembra determinata a fare leva sulla condizione di importatore netto in cui si trovano gli Usa, usando il vasto mercato interno americano come una potente arma negoziale. "Il mio incontro con Kim è stato onesto, diretto e produttivo", ha dichiarato il presidente.

Il gesto non è sfuggito al pool dei corrispondenti della Casa Bianca al seguito del presidente Usa, che ha puntualmente registrato tutte le frasi, tanto "storiche" quanto banali, pronunciate nell'occasione: "Ci siamo messi il passato alle spalle", "La denuclearizzazione partirà presto", "L'inviterò di sicuro alla Casa Bianca", tutta farina del sacco di Trump, ché Kim è stato meno loquace.

"Molti nel mondo penseranno che questo è un film di fantascienza", ha poi scherzato. "Abbiamo avuto un incontro storico, abbiamo deciso di lasciarci il passato alle spalle, abbiamo firmato un documento storico, il mondo vedrà un importante cambiamento", ha detto il leader nordcoreano prima della firma.

In questo articolo tutto quello che c'è da sapere sullo storico vertice.

I due presidenti, arrivati nei mesi scorsi a un passo dallo scatenare un conflitto, si sono incontrati al Capella Hotel di Singapore, e si sono scambiati una vigorosa stretta di mano. Trump ha anche appoggiato la sua mano sinistra sul braccio destro di Kim. Anche perché era praticamente impossibile cogliere le parole scambiate a quel tavolo, le voci coperte dal disturbo di fondo creato dalle raffiche di scatti dei fotografi presenti. Poi si è riscattata, andando in avanscoperta a Seul a febbraio, per i Giochi Olimpici che hanno aperto la fase di disgelo.

Da parte sua, il leader nordcoreano aveva definito il presidente degli Stati Uniti un soggetto "mentalmente squilibrato". Lo ha annunciato Donald Trump nella conferenza stampa seguita al summit con il leader nordcoreano Kim Jong-un. Alla fine dell'incontro il presidente americano ha confermato che il 12 giugno il summit si sarebbe svolto.

Altre Notizie