Mercoledì, 15 Agosto, 2018

UFFICIALE: Roma, superato il settlement Uefa. Ancora paletti per l'Inter

James Pallotta GdS | Fair play finanziario, la sentenza della UEFA, l’Inter…
Iona Trifiletti | 13 Giugno, 2018, 20:38

Il settlement proseguirà dunque anche per quest'annata.

In attesa della sentenza sul Milan, l'Uefa ha promosso la Roma e rimandato l'Inter. Rimandati, invece, i nerazzurri sotto "settlement" anche per la prossima stagione di coppe, con restrizioni sportive e finanziarie. Di conseguenza - chiarisce la Uefa - le misure sportive previste condizionali, come le restrizioni sui trasferimenti e la limitazione del numero di giocatori iscritti alla Lista A, non saranno revocate e continueranno ad essere applicate nella stagione 2018/19. Di fatto la dirigenza dovrà valutare le spese fatte per il mercato negli ultimi due anni (da quando non è in Europa) e le entrate: dovranno essere in parità. Se vuole fare mercato deve vendere. "La Camera Investigatoria CFCB ha confermato che l'FC Krasnodar, l'FC Lokomotiv Mosca, l'AS Monaco FC, l'AS Roma e l'FC Zenit St Petersburg sono stati considerati in conformità con i requisiti e l'obiettivo generale dei loro accordi". L'UEFA, infatti, ha annunciato con un comunicato ufficiale che il club nerazzurro non ha superamento pienamente i paletti imposti in materia di Fair Play Finanziario e che quindi dovrà rimanere in regime di settlement agreement fino al termine della stagione 2018-19.

I club soggetti ancora al settlmenent agreement in questo momento sono: FC Astana, Beşiktaş JK, Fenerbahçe SK, Galatasaray SK, FC Internazionale Milano, Maccabi Tel Aviv, FC Porto and Trabzonspor AS.

Secondo quanto spiega sempre l'Equipe, il rispetto dei parametri per la stagione 2017/18 (e quindi per il triennio 2016, 2017 e 2018) è a forte rischio: i parigini avranno bisogno di plusvalenze per 60 milioni di euro, se non vorranno tornare sotto la lente dell'Uefa.

Altre Notizie