Domenica, 19 Agosto, 2018

Bethesda: "Fallout 76 spaventa anche noi, ma dobbiamo provarci"

Fallout 76, Bethesda ha timori sul multiplayer Todd Howard: Bethesda non affiderà più lo sviluppo a studi esterni
Bortolo Musarra | 21 Luglio, 2018, 12:53

Dopo l'annuncio di Fallout 76 durante la conferenza Bethesda dello scorso E3, tutti i fan della serie hanno iniziato a domandarsi come sarebbe stata implementata la componente online in questo nuovo titolo.

Il primo riguarda il fatto di come Bethesda sia spaventata dalla piega online intrapresa per Fallout 76. Vogliamo essere attenti con i nostri fan e con le altre persone che ci chiedono 'Fallout sarà così per sempre d'ora in poi?'. Sicuramente non sarà così.

"Penso che nei nostri titoli i momenti migliori non siano quelli creati e pre-impostati da noi, ma quelli attraverso cui, esplorando l'open-world di gioco, ci troviamo a veder collidere eventi differenti".

Da quando Fallout 76 è stato annunciato all'E3 2018, gli sviluppatori hanno rilasciato un gran numero di informazioni riguardo il titolo.

Recentemente il game director Todd Howard ha dichiarato di voler evitare l'uso della parola 'survival', perché rischia di creare pericolosi fraintendimenti sulla struttura del gioco.

Fallout 76, Bethesda ha timori sul multiplayer

Evitiamo la parola 'sopravvivenza', perché la mente delle persone passa immediatamente a DayZ e Rust e ad altri giochi, e questi confronti non sono molto accurati per quello che stiamo facendo. Se pensate alle modalità survival che abbiamo realizzato in Fallout 4, avevano quell'atmosfera.

Fallout 76: un survival online o qualcosa di diverso? Ci piacciono queste esperienze tanto quanto ai nostri fan.

In occasione di una nuova intervista concessa al Guardian, lo sviluppatore americano ha osservato che il riferimento al genere survival porta i giocatori a fare paragoni con titoli che non necessariamente riflettono le caratteristiche di Fallout 76. A differenza dei titoli da cui Bethesda vuole prendere le distanze, Fallout 76 proporrà una serie di vincoli che impediranno agli utenti più equipaggiati di colpire i giocatori inesperti nelle fasi iniziali del gioco.

"Puoi provare più volte e morire e poi andartene dicendo "E' troppo forte per me, ripasserò più tardi o mi occuperò di altro o semplicemente continuerò il mio viaggio in altro modo", sarà esattamente la stessa cosa con chiunque altro". La morte è già abbastanza brutta in una partita, perché si perde tempo. Non ci sembrava opportuno aggiungere ulteriori penalità.

Altre Notizie