Venerdì, 20 Luglio, 2018

Donald Trump al vertice Nato ha già scelto il suo nemico

Vertice NATO: Unione Europea all'assalto di Trump Trump incontra Merkel: "Relazioni eccezionali con la Germania"
Evandro Fare | 12 Luglio, 2018, 23:53

Proprio in merito alle spese per la difesa, questa mattina il presidente Usa ha twittato: "Tutte le nazioni Nato devono rispettare il loro impegno del 2%, e questo deve alla fine salire al 4%!".

I leader mondiali sono attualmente riuniti a Bruxelles, in Belgio, per il vertice Nato del 2018, e dopo le tensioni al vertice del G7 del mese scorso, non mancano i problemi da risolvere.

Questa "foto di famiglia" dei membri della Nato che appaiono molto poco a loro agio e guardano in diverse direzioni sembra catturare perfettamente le significative differenze di opinione e conflitti che oscurano il vertice.

Il presidente Usa Donald Trump torna alla carica all'avvio del secondo giorno del summit Nato con un nuovo tweet contro la Germania, l'Europa e le spese Nato e il nodo commercio. "Gli Stati Uniti spendono in modo pesante per difendere la Germania dalla Russia e la Germania finisce per pagare miliardi e miliardi di dollari ogni anno alla Russia".

"La Nato avvantaggia l'Europa molto più di quanto non faccia con gli Stati Uniti", ha scritto Trump. Siamo ben lontani. La maggior parte di coloro che sfileranno domani amano gli Stati Uniti, come me.

Che Trump e la Germania siano ai ferri corti lo dimostra anche il fatto che l'inquilino della Casa Bianca, in apertura del vertice di Bruxelles, ha attaccato la cancelliera tedesca Angela Merkel, affermando che la Germania è prigioniera di Mosca in fatto di energiae per questo non si spiega il motivo per cui la Nato dovrebbe difenderla dalla Russia.

Tusk e altri membri della Nato sono anche preoccupati per le implicazioni sulla sicurezza delle relazioni amichevoli di Trump con Putin, che elogia pubblicamente più dei suoi partner europei. Il presidente USA dopo aver minacciato di uscire dalla Nato, ha cercato di tranquillizzare tutti in un punto stampa. Perciò a suo giudizio Berlino è ostaggio di Mosca, ma nello stesso tempo è sospettosa del bilaterale che lui avrà con Putin il 16 luglio a Helsinki.

Altre Notizie