Venerdì, 14 Dicembre, 2018

Fatturazione elettronica: servizio gratuito in Camera di Commercio

Un esempio del software DANEA Un esempio del software DANEA
Quartilla Lauricella | 12 Luglio, 2018, 17:40

Relativamente al trattamento dei soggetti identificati in Italia a fini IVA, tuttavia, l'articolo 11, paragrafo 3, del Regolamento di esecuzione (UE) n. 282/2011 del Consiglio, del 15 marzo 2011, recante disposizioni di applicazione della direttiva 2006/112/CE relativa al sistema comune di imposta sul valore aggiunto statuisce che "il fatto di disporre di un numero di identificazione IVA non è di per sé sufficiente per ritenere che un soggetto passivo abbia una stabile organizzazione".

"La fatturazione elettronica è il metodo di trasmissione telematica dei dati di fatturazione in formato XML".

Quali sono le caratteristiche della Fattura Elettronica?

La fatturazione elettronica interessa attori differenti: il fornitore, il Sistema di Interscambio (SdI) e la PA destinataria della fattura. Nel 2015 invece la legge ha esteso l'obbligo ai fornitori di qualsiasi tipo di ufficio della Pubblica Amministrazione.

La fatturazione elettronica delle Camere di commercio garantisce la gestione a norma di legge di tutto il processo: dalla compilazione, all'invio, fino alla conservazione dei documenti contabili. Tale codice deve essere riportato all'interno della fattura elettronica, congiuntamente a Partita IVA, indirizzo, data relativa al documento e tutti gli altri dati fondamentali ai fini fiscali. Il servizio é facile da usare, non richiede l' installazione di alcun software ed é accessibile in modo sicuro con SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Per il gasolio acquistato dai contoterzisti si applicano le regole della fatturazione elettronica.

In merito ai termini di trasmissione delle fatture al Sistema di Interscambio, l'Agenzia ha in primo luogo chiarito che le disposizioni in tema di fatturazione elettronica non hanno in alcun modo derogato i termini per l'emissione dei documenti, che rimangono quindi disciplinati dall'art.

La gestione elettronica delle fatture verso i privati non è ancora obbligatoria, ma lo diventerà per tutte le imprese a partire da gennaio 2019.

Fermo l'obbligo di indicare in fattura, ove prescritti, il codice identificativo di gara (CIG) ed il codice unico di progetto (CUP) per la tracciabilità diretta dei flussi finanziari, nell'ambito degli appalti vi sarà quindi obbligo di emettere fattura elettronica via SdI solo in capo a coloro che operano nei confronti della stazione appaltante pubblica ovvero a chi, nell'esecuzione del contratto di appalto, è titolare di contratti di subappalto propriamente detto (ossia esegue direttamente una parte dello stesso) o riveste la qualifica di subcontraente (vale a dire colui che per vincolo contrattuale esegue un'attività nei confronti dell'appaltatore e in quanto tale viene comunicato alla stazione appaltante con obbligo di CIG e/o CUP).

DocFly Fatturazione PA: è il nome della Fattura elettronica Aruba. Ne sono invece esclusi gli appalti realizzati nei confronti di soggetti partecipanti da una pubblica amministrazione.

L'invio della e-fattura avviene grazie ad un codice identificativo del destinatario.

Altre Notizie