Venerdì, 20 Luglio, 2018

Inter, Politano: "Non vedo l'ora di iniziare. CR7 in Italia? Importante"

Politano Politano"Emozione indescrivibile. Napoli? Contento qui all'Inter
Iona Trifiletti | 05 Luglio, 2018, 19:47

"Quando ho saputo di dover venire all'Inter è stato incredibile". Ero a Los Angeles. Una delle giornate più importanti calcisticamente della mia vita. Quando sono venuto a Milano con il Sassuolo c'era stato un timido approccio. Entrare a San Siro fa effetto. Gli ultimi mesi sono serviti per crescere? "Certo, se arrivasse Ronaldo sarebbe un bel colpo per tutto il calcio italiano".

Quale avversaria è la tua preferita in Serie A?

Politano: "Pronto a dare il massimo per l'Inter".

"E' vero, vanno fatti i complimenti al mister per aver trovato questa posizione".

"Ho parlato 5 minuti al telefono con Spalletti". Ruolo? Sono a disposizione del mister, in qualsiasi ruolo lui voglia farmi giocare. Gol alla penultima? Sono stati bravi a riprendersela all'Olimpico, spero di farne altri al Meazza ma con la maglia dell'Inter. "Il mio gol a San Siro con la maglia del Sassuolo, parecchi tifosi, me lo hanno rinfacciato". Si gioca solo per il secondo posto?

"I campionati sono lunghi. La Juve partirà come sempre avvantaggiata, ma noi ce la giocheremo".

"Non l'ho sentito. E' un grandissimo giocatore, gli faccio un in bocca al lupo per il Mondiale". Sui possibili arrivi di Florenzi o Vrsaljko, amici ed ex compagni ai tempi di Roma e Sassuolo, ammette: "Due grandi giocatori, ma del mercato è meglio parlare con il direttore".

Conclusa la conferenza stampa, spazio alle domande sul canale ufficiale della società nerazzurra su Facebook: "come immagino il mio esordio?" - "Sono sereno di giocare e non vedo l'ora di iniziare il mio nuovo percorso". - "Nei primi anni di carriera ho sempre avuto il numero 7, ma al Sassuolo era già occupato".

Ti aspettavi di arrivare prima in un grande club? Per me essere all'Inter è un'onore, è uno dei club più importanti d'Europa e darò sempre il massimo.

Pensi che l'Inter possa aiutarti anche in chiave Nazionale? "Il primo obiettivo è l'Inter".

CHIAMATA IN AMERICA - "Quando mi hanno chiamato per dirmi della trattava io stavo dormendo, è stato uno dei risvegli più belli". E' vero, sono qui in prestito, ma ho voluto fortemente l'Inter. "Starà a me guadagnarmi un posto anche in futuro, la fiducia del mister e della dirigenza". - "Mi ero detto: bisogna andare avanti".

Hai degli obiettivi per questa stagione?

"Non mi pongo obiettivi, la partita la prepari durante la settimana".

Perché sei legato al numero 16?

Altre Notizie