Mercoledì, 19 Settembre, 2018

Juventus, Perin: "Ronaldo importante sia dentro che fuori dal campo"

Juventus Perin si presenta Mattia Perin
Iona Trifiletti | 11 Luglio, 2018, 22:57

Juventus con sorpresa per Mattia Perin.

"E' un plus per noi e per tutto il calcio italiano". Come si vive nello spogliatoio l'arrivo del portoghese, come lo vive Mattia Perin? Mi sto adattando con tranquillità, Claudio Filippi mi sta aiutando a migliorare i difetti che ho e ogni mattina mi sveglio e non vedo l'ora di andare al campo per conoscere le persone e migliorare il mio valore.

"Affermarsi in Italia ma anche vincere la Champions". "Manca dal 1996 e c'è tanta voglia di vincerla". "Io proverò a dare il massimo per farmi trovare pronto quando toccherà a me".

"Impossibile eguagliare quello che ha fatto Gigi: è il portiere più forte degli ultimi trent'anni".

"Non mi permetto di giudicare la sua scelta". Gerarchie? Mi piacciono le sfide, la competizione mi stimola. "Solo un campione del suo calibro poteva iniziare un'avventura del genere a 40 anni".

"Voglio giocarmi le mie possibilità". "Parliamo del più grande portiere della storia del calcio".

Perché ha scelto il bianconero? La competizione farà bene a me e a Szczesny.

Perin era finito nel mirino anche di altre squadre: "Sono stato contattato da quattro o cinque società, la Juventus è però un treno che passa una volta sola ed io ci sono salito sopra al volo".

"Perché la Juventus - aggiunge l'ex Genoa -?"

"E' il giorno in cui è nata mia figlia Vittoria. E' una scelta di cuore".

Lei ha avuto gravi infortuni, con due rotture dei crociati del ginocchio. Quanto le hanno fatto perdere tempo e carriera? "Senza, non avrei l'equilibrio che ho, e forse non sarei qui". Mi hanno reso una persona migliore: "passare dalla sofferenza ti fa diventare un uomo diverso".

Altre Notizie