Giovedi, 20 Settembre, 2018

La Camera approva il taglio dei vitalizi

Oggi alla Camera si vota sul taglio dei vitalizi, Di Maio: Salvini: stop ai vitalizi. Di Maio: giornata storica/ Voto alla Camera. Martelli attacca il leader M5S
Evandro Fare | 12 Luglio, 2018, 18:54

"È un principio di giustizia - ha spiegato Di Maio in merito ai vitalizi - ma non mi nascondo che c'è ancora molto da fare nella lotta ai privilegi". 'Bye bye vitalizi' è la scritta apparsa davanti a Montecitorio, riportata su palloncini argento che sventolano tra i palloncini gialli tenuti in aria dei parlamentari M5S.

Dopo tanti annunci finalmente arriva a compimenti, almeno per il momento, l'abolizione dei vitalizi: una battaglia portata avanti dalla notte dei tempi da parte del Movimento 5 Stelle che ha così portato a casa un'importante risultato in termini di promesse elettorali mantenute. Bye bye vitalizi! Per quanto tempo abbiamo aspettato che questi privilegi venissero cancellati! "Siamo arrivati noi e in meno di 100 giorni li abbiamo tagliati". "Ho sempre sostenuto la necessità di tagliare i vitalizi e per tutta la scorsa legislatura mi sono battuto per arrivare a questa misura", ha detto il componente dell'ufficio di presidenza di Liberi e uguali Luca Pastorino. Lo scrive il vicepremier Di Maio sul blog delle stelle parlando di 'una conquista di civiltà' e spiegando che 'l'ufficialità arriverà nel pomeriggio di oggi.

Il leader pentastellato ha inoltre annunciato una sforbiciata in arrivo per le pensioni d'oro, abbassando l'asticella da quota 5mila a quota 4mila euro: "Per coloro che non hanno versato i contributi a sufficienza saranno tagliate anche le pensioni sopra i 4mila euro: l'obiettivo è quello di dare una sforbiciata alle pensioni d'oro per dare qualcosa in più alle minime". "Chiederemo di essere trattati come gli altri - conclude - Siamo un Paese fondatore, vogliamo avere le stesse concessioni degli altri". "Siamo a favore del taglio ai vitalizi", hanno commentato vicepresidenti, questore e segretario d'Aula e capogruppo in una nota, "ma contrari ad imbrogliare gli italiani". Mentre il presidente della Camera Roberto Fico, che ha firmato il documento, ha difeso la costituzionalità dell'intervento nonostante le accuse di questi mesi: "Non sono preoccupato". Decisivo, pare, il via libera dato dall'altro alleato di Governo Matteo Salvini ieri sera da Innsbruck, quando disse "Il taglio di privilegi e vitalizi del passato era, è e rimane una priorità mia, della Lega e del governo".

Altre Notizie